I domestici dicono no all'autoisolamento: la Regina Elisabetta infuriata

I dipendenti della monarca non hanno accettato di rimanere isolati durante il Natale

Regina Elisabetta

Foto Getty Images | Samir Hussein

Il suo staff si è rifiutato di trascorrere il Natale lontano dai propri cari e la Regina Elisabetta si è infuriata. Secondo il tabloid inglese The Sun, infatti, circa 20 dipendenti, tra addetti alle pulizie, manutenzione e lavanderia, si sarebbero “ribellati” alla richiesta della sovrana britannica di rimanere per almeno quattro settimane nella tenuta di Sandringham. Una sorta di autoisolamento voluto della regina per motivi di sicurezza anti coronavirus.

Piano anti-Covid per proteggere la Regina Elisabetta  

Il piano anticovid per proteggere la sovrana prevedeva la creazione di “bolle”, cioè gruppi di persone diverse che si incontrano esclusivamente e senza nessun altro tipo di contatto esterno, solo tra la tenuta di Sandringham e l’altra residenza della sovrana, il castello di Windsor.

Il piano però richiedeva che tutti i lavoratori coinvolti si separassero dalle rispettive famiglie per almeno 4 settimane, incluso il periodo natalizio. Questo per evitare che la regina, e suo marito, Filippo di Edimburgo, 99 anni e con una condizione di salute già di per sé cagionevole, potessero correre il rischio di contrarre il coronavirus, come del resto già successo al primogenito Carlo soltanto qualche mese fa.

La prima ribellione nella storia della Regina

Il rifiuto al piano anticovid da parte dei dipendenti è un fatto assolutamente senza precedenti. “La regina è furiosa: si tratta di una situazione che non si era mai vista prima”, avrebbe riferito una fonte interna al palazzo.

I lavoratori di Sandringham però non hanno intenzione di cedere e hanno sottolineato come la richiesta questa volta sia andata decisamente oltre. Non possono e non vogliono separarsi dalle proprie famiglie anche a Natale, non dopo un anno così difficile causa dell’emergenza Coronavirus.

Se non si riuscisse a trovare un accordo, la sovrana si dovrà accontentare di trascorrere, per la prima volta in 33 anni, il Natale nel Castello di Windsor e non a Sandringham.  

Sandringham e il divieto di parcheggio

La dimora, ereditata dal re Giorgio VI, è stata di recente al centro delle cronache inglesi. La Regina avrebbe scelto di costruire un marciapiede lungo la strada che porta alla tenuta per impedire ai visitatori di parcheggiare lungo il bordo.

Parole di Alanews

Da non perdere