Monitoraggio Iss: l'indice Rt scende a 0,98

Oltre all'indice Rt, in calo anche l'incidenza dei nuovi casi. Da domani scattano le regole per Pasqua, in vigore fino a lunedì 5 aprile

milano regione lombardia indice rt

Foto Getty Images | Vittorio Zunino Celotto

L’indice Rt medio nazionale è tornato, anche se di poco, sotto l’1. Infatti, secondo quanto emerso dalla Cabina di Regia dell’Iss di oggi, venerdì 2 aprile, che si è appena conclusa, l’indice di trasmissibilità è pari a 0.98 ed è quindi in calo rispetto alla scorsa settimana, quando era a 1.08.

Oltre all’indice Rt, in Italia è in calo anche l’incidenza del Coronavirus. Rispetto alla settimana precedente, ci sono 232,7 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Settimana scorsa, invece, i nuovi casi di Covid-19 erano 240,3 ogni 100mila abitanti.

L’incidenza dei nuovi casi è ancora elevata

Secondo quanto riportato in una nota pubblicata dall’Istituto superiore di Sanità, l’incidenza dei nuovi casi di Coronavirus rimane “elevata e ancora lontana dai livelli che permetterebbero il completo rispristino, sull’intero territorio nazionale, dell’identificazione dei casi e del tracciamento dei loro contatti”.

Regioni: la Campania potrebbe rimanere in rosso

Per quanto riguarda invece i nuovi colori delle Regioni, secondo quanto emerso la Campania dovrebbe rimanere ancora in rosso a partire da martedì 6 aprile. Il Veneto, invece, spera di rimanere ancora in arancione. Dovrebbero rimanere invariati i colori per le altre Regioni, con la maggioranza delle Regioni in rosso. Inoltre, come già emerso, fino al 30 aprile, secondo il nuovo decreto Covid, nessuna Regione potrà passare in giallo.

Le regole per Pasqua: vietato l’accesso alle seconde case in alcune Regioni

Tutta Italia, invece, sarà in zona rossa per il periodo di Pasqua, da sabato 3 aprile a lunedì 5 aprile. Per quanto riguarda gli spostamenti, saranno consentiti, come a Natale, all’interno della propria Regione, per raggiungere le abitazioni di parenti e amici, una sola volta al giorno e in massimo due persone, minori di 14 esclusi dal conteggio. Il coprifuoco, come sempre, sarà dalle 22 alle 5.

Ristoranti e bar dovranno rimanere chiusi, ma potranno effettuare il servizio d’asporto e a domicilio. I negozi non essenziali dovranno rimanere chiusi in zona rossa, mentre potranno rimanere aperti in zona arancione.

Inoltre, sarà sempre possibile raggiungere, anche in zona rossa, le seconde case. Non sarò però possibile farlo in alcune Regioni, come Campania e Puglia, che hanno imposto il divieto per i giorni di Pasqua per tutti, residenti e non. L’accesso alle seconde case sarà invece consentito solo ai residenti nelle seguenti Regioni: Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Alto Adige, Toscana e Sardegna.

Per quanto riguarda la scuola, dal 7 aprile saranno vietate le singole ordinanze regionali. Gli studenti fino alla prima media torneranno in presenza, anche in zona rossa, mentre fino alla terza media in arancione e alle superiori al 50%.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere