Il Milan ribalta la Juve, Lazio sconfitta a Lecce

A San Siro incredibile rimonta del MIlan sulla Juve: da 0-2 a 4-2. Grande vittoria per i rossoneri che volano al quinto posto. Grande occasione sprecata dalla Juve che non sfrutta il passo falso della Lazio sconfitta a Lecce per 2-1

Continua a leggere

Ibrahimovic esulta insieme a Kessie

Foto Getty iages | di Marco Luzzani

Clamorosa rimonta del Milan a San Siro sulla Juventus. I rossoneri rimontano dallo 0-2 al 4-2 e battono i bianconeri. Decisivi i goal di Ibra, Kessie, Leao (tutti nel giro di appena 6 minuti) e Rebic nel finale. Altra vittoria per il Milan che si conferma una delle squadre più in forma dalla ripresa del campionato battendo le prime due della classe nel giro di pochi giorni. La squadra di Pioli vola al quinto posto, aspettando Napoli e Roma. I bianconeri invece sprecano la ghiotta occasione di salire a +10 sulla Lazio e ipotecare definitivamente lo scudetto. La distanza dai biancocelesti rimane comunque di 7 punti vista la sconfitta della squadra di Inzaghi contro il Lecce. La Lazio infatti cade ancora dopo la sconfitta contro il Milan. I biancocelesti perdono anche contro il Lecce per 2-1. La squadra di Inzaghi si fa rimontare dai giallorossi di Liverani grazie ai goal di Babacar e Lucioni che ribaltano l’iniziale vantaggio di Caicedo. Nel finale follia di Patric che si fa espellere per un morso a Donati. Vittoria fondamentale per il Lecce che supera il Genoa e si porta, almeno momentaneamente, fuori dalla zona retrocessione.

Continua a leggere

Continua a leggere

La Juve perde ma si avvicina allo scudetto

A San Siro nel primo tempo Milan e Juventus si studiano e si annullano a vicenda dando vita ad una gara equilibrata ma certamente non spettacolare. Ad inizio ripresa però cambia tutto con la Juve che parte fortissimo colpendo per due volte nel giro di pochi minuti. Prima ci pensa Rabiot che ruba palla a centrocampo, galoppa palla al piede fino al limite dell’area e scarica un sinistro imprendibile alle spalle di Donnarumma segnando una splendida rete (la prima in bianconero). Passano appena 5 minuti e Cristiano Ronaldo trova il raddoppio sfruttando un clamoroso pasticcio della difesa rossonera. A questo punto però la Juve sembra mollare e in 6 minuti il Milan ribalta incredibilmente la partita. Prima Ibrahimovic riapre la gara su calcio di rigore – concesso con il VAR per fallo di mano di Bonucci – poi Kessie trova il goal del pareggio dopo una serpentina nel traffico. Non passa neanche un minuto e il Milan passa in vantaggio grazie al goal del nuovo entrato Leao che, complice una deviazione, batte Szczezny sul primo palo e porta il Milan sul 3-2. A dieci minuti dal termine arriva il 4-2 rossonero con Rebic che conclude alla perfezione una bella ripartenza portata avanti da Bonaventura

Leggi anche: Ibrahimovic contro Cristiano Ronaldo, quando Milan-Juve è anche uno scontro tra fuoriclasse

Continua a leggere

Continua a leggere

Il Lecce ribalta la Lazio

Al Via del Mare dopo appena 4 minuti la Lazio trova il vantaggio grazie all‘errore del portiere Gabriel che consente a Caicedo di concludere a porta vuota firmando l’1-0. Il Lecce però non si scompone e continua a giocare una buona partita. Al minuto 30 l’ottimo Falco confeziona un bel cross che Babacar è bravissimo a girare in rete di testa trovando il goal del pareggio. Nel finale di primo tempo l’arbitro Maresca concede un calcio di rigore al Lecce: dal dischetto va lo specialista Mancosu che però spara alto sbagliando il primo rigore dai tempi in cui giocava in Serie C. Il goal dei pugliesi è però solo rinviato : al minuto 2 della ripresa Lucioni batte di testa Strakosha trovando il secondo goal consecutivo e portando il Lecce in vantaggio per 2-1. La Lazio prova a reagire ma i biancocelesti riescono a rendersi veramente pericolosi solo in un paio di occasioni, seppur clamorose, con i colpi di testa di Luiz Felipe e di Adekanye. Durante il lunghissimo recupero arriva anche la follia di Patric che morde Donati su una spalla. L’episodio sfugge inizialmente a Maresca ma non al VAR che suggerisce al direttore di gara di espellere il difensore spagnolo.

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Valerio Malfatto

Valerio Malfatto, nato a Roma il 6 settembre 1995 e diplomato al Liceo Classico statale Luciano Manara. Laureato in Ingegneria Chimica all’Università La Sapienza di Roma e attualmente studente di Ingegneria dei Materiali presso l’Università degli Studi di Padova. Le sue più grandi passioni sono lo sport, in particolare il calcio, e l’ecologia.

Da non perdere