Covid, aumentano i contagi: il tasso di positività sale al 26%

Aumentano di nuovo i contagi e il Covid ha fatto registrare in queste ore circa 94mila casi e di questi 60 sono i decessi.

Medici nei reparti Covid
Medici nei reparti Covid – Nanopress.it

Il tasso di positività schizza al 26% e la regione con il maggior numero di contagi è la Lombardia.

Aumentano i contagi da Covid

Il Covid sarà sicuramente ricordato come il virus più aggressivo degli ultimi anni, che ha costretto a un lockdown davvero disastroso per l’economia italiana, ma soprattutto ha causato tantissimi decessi, specialmente nelle persone fragili dal punto di vista del sistema immunitario.

Tante le varianti, fra cui l’ultima Omicron 5, per cui a settembre è prevista la campagna vaccinale.

Nel frattempo continuano a salire i contagi e oggi i nuovi casi rilevati sono 94mila, questo quanto segnalato dal Ministero della Salute. Salgono dunque i contagi e dall’inizio della pandemia sono 18 milioni coloro che sono stati contagiati, nella variante classica o in quelle sviluppatesi successivamente in diverse parti del mondo.

Tantissimi anche i tamponi processati, ma sebbene la patologia sembrasse allentare la morsa, i contagi stanno risalendo e come sempre a farne le spese sono le persone più fragili e quelle immunodepresse.

Anche i ricoveri ordinari aumentano, mentre da ieri sono 248 i pazienti che sono ricoverati in terapia intensiva, questo ci offre un quadro chiaro di come il virus sia tutt’altro che debellato, anche sembra lavorare in maniera intelligente ed evolversi aggirando le nostre difese.

Respiratore
Respiratore – Nanopress.it

Per quanto riguarda i guariti e le dimissioni dalle strutture ospedaliere sono in totale 17 milioni coloro che hanno sconfitto il Covid, mentre in i positivi restano 835mila, un numero importante e allarmante.

La campagna vaccinale

Questo sposta i riflettori ancora una volta sull’importanza della campagna vaccinale, in particolare nelle regioni con il maggior numero di casi come la Lombardia, il Lazio, il Veneto, la Campania e l’Emilia Romagna, ma ovviamente si tratta di una misura di prevenzione importante che tutti gli esperti raccomandano.

Pfizer e Moderna infatti, stanno lavorando ad un vaccino ‘modificato’ che riesca a sconfiggere anche la temutissima Omicron 5, l’ultima variante che si sta diffondendo in diversi Paesi, soprattutto europei.

Questo vaccino può essere considerato come una quarta dose che va a rafforzare le altre fatte in precedenza, e in più aggiunge difese verso questa modifica del virus che riesce ad eludere i vaccini precedenti.

I numeri sono davvero allarmanti e si spera in una ripresa a partire da settembre, gli esperti sono moto fiduciosi nel nuovo vaccino.