Asciugare i piatti con il canovaccio è sbagliatissimo: ecco cosa comporta

Non tutti sanno che utilizzare il canovaccio per asciugare i piatti è sbagliato. Ecco cosa potrebbe accadere.

Asciugare i piatti
Asciugare i piatti – Nanonopress.it

Tra le faccende domestiche a cui nessuno può tirarsi indietro c’è il lavaggio delle stoviglie, che è consigliabile effettuare subito dopo aver mangiato per far si che non si creino pile di piatti da lavare.

Molti di noi, non si fanno questo problema, dato che dispongono di una lavastoviglie che rende più veloce il lavaggio senza stare a pensare di far scorrere l’acqua e passare la spugnetta sulle stoviglie.

Canovaccio: ecco perché è sconsigliato utilizzarlo

Inoltre, alcuni dei più moderni elettrodomestici in questione dispongono anche di alcune funzioni ecologiche che vanno, quindi, ad aiutare l’ambiente e a non sprecare materiale che potrebbe essere dannoso per il pianeta.

Canovaccio: cosa comporta usarlo per asciugare i piatti
Canovacci – NanoPress.it

Subito dopo aver lavato i piatti, armandosi di tutto quello di cui abbiamo bisogno, tocca all’operazione più noiosa e a volte anche difficile per via della conformazione di alcuni piatti di portata o bicchieri particolari.

Stiamo parlando dell’asciugatura dei piatti, che, chi dispone di una lavastoviglie non deve effettuare in quanto questo macchinario permette anche di avere, non solo le stoviglie lavate ma anche asciutte.

Canovaccio: cosa comporta usarlo per asciugare i piatti
Piatti – NanoPress.it

Diversamente, chi invece non ha a disposizione l’elettrodomestico, dovrà non solo perdere del tempo ad asciugare tutti i piatti, ma stare attento che questi siano completamente asciutti per riporli nella credenza.

Tutti quanti, o quasi, per far si che le goccioline d’acqua si levano via dalle nostre stoviglie utilizzano un canovaccio che assorbe l’acqua e che renderà asciutti i nostri piatti per poi posizionarli per riutilizzarli quando ne avremo bisogno.

In realtà, per quanto questa pratica è utilizzata praticamente da chiunque non dispone di una lavastoviglie, non è consigliata per via di alcuni problemi riguardante l’uso dello strofinaccio.

Infatti, per via della sua composizione, potrebbe rilasciare dei peli o dei rimasugli e inoltre, nel momento in cui andiamo ad asciugare i nostri piatti, questi possono essere pieni di germi e batteri. Quindi, asciugando con il canovaccio più stoviglie, potrebbe accadere di passare questi da un piatto all’altro oltre che alcuni rimasugli che potrebbero essere rimasti per via delle incrostazioni.

Il consiglio degli esperti

Di conseguenza, il consiglio è quello di lasciare i piatti bagnati ad asciugare nel ripiano apposito sopra il nostro lavabo in modo che si asciughino in modo naturale senza rischiare di contaminare le stoviglie.

Questo, non solo ci farà risparmiare del tempo, ma renderà l’asciugatura semplice e potremmo impiegare il nostro tempo in altre faccende domestiche che abbiamo da svolgere.

Il problema, come già largamente spiegato, non si pone per chi dispone di un asciugatrice, l’importante è non levare subito dall’interno dell’elettrodomestico i piatti e aprire lo sportello dopo l’utilizzo, in modo che i piatti si asciughino del tutto.

Canovaccio: cosa comporta usarlo per asciugare i piatti
Stoviglie – NanoPress.it

Quindi, quando ci troviamo in cucina e stiamo lavando i nostri piatti, secondo gli esperti è utile usare il canovaccio solo quando ci troviamo davanti a zone che non riescono ad essere asciugate naturalmente e prevedono l’utilizzo della mano dell’uomo per eliminare l’acqua in eccesso.

Questo proteggerà noi e i nostri piatti dai germi e dai virus che potrebbero proliferare nel tempo.