Targa auto, controlla la tua: se hai questa scordati di circolare | La multa ti rovina

Una delle multe più salate a cui potremo far fronte riguarda la circolazione con una targa contraffatta sulla nostra auto.

Targa contraffatta
Targa auto – Nanopress.it

In molti spesso si sono chiesti se girare con una targa falsa, modificata magari proprio da noi stessi, consista un vero e proprio reato o “solamente” in un illecito amministrativo. Oggi, dunque, andremo a fare chiarezza sull’argomento.

Partiamo dal principio specificando come la targa è utile utile unicamente come certificazione amministrativa e di conseguenza non è valida come atto pubblico.

Girare con targa contraffatta è un reato o un illecito amministrativo?

Il solo scopo, infatti, è quello di attestare che sul veicolo sia stata fatta l’immatricolazione presso l’ufficio competente. Quest’ultima, quindi servirà unicamente a dare un’identità alla nostra autovettura.

targa
Targhe auto – Nanopress.it

Dunque spiegato perché sulle targhe ci è ancora molta confusione da un punto di vista legale. Fortunatamente però in nostri aiuto è arrivata la Suprema Corte di Cassazione che già in passato si è espressa in diatribe simili.

Fra i numerosi casi che si sono presentati nel corso degli anni, abbiamo preso ad esempio uno risalente al febbraio dello scorso anno. La Corte in quel caso, infatti, stabilì come chiunque falsifichi la propria targa commette un reato di falsità materiale.

Inoltre con questa modifica andremo ad infrangere le varie autorizzazioni amministrative fatte. Per togliere ulteriori dubbi vi confermiamo come girare con una targa falsa o modificata vi farà incappare in multe che vanno dai 2.046 euro agli 8.186.

targa
Targhe con nastro adesivo- Nanopress.it

A pagarne le spese, dunque, sarà colui che sta portando il veicolo con la targa “sospetta” salvo avessimo prove per dimostrare che non siamo stati noi a montare quest’ultima sul veicolo.

Per chiunque sia beccato a commettere questo reato, quindi, la legge prevede una sanzione penale. In questo caso esamineremo il caso affrontato dai giudici di Piazza Cavour in cui l’imputato è stato accusato di aver modificato la propria targa con del nastro adesivo.

Molti modificano le proprie targhe con il nastro adesivo

Questa scelta, dunque, sarebbe stata fatta per coprire la targa originale ed evitare così ipotetiche multe come ad esempio quelle immesse dall’autovelox. Infine abbiamo un ultimo esempio da sottoporvi.

Infatti, se il nostro veicolo risulterà rubato non andremo incontro alla falsità documentale ma saremo accusati persino di riciclaggio. Un’accusa gravissima e che nessuno vorrebbe sulla propria testa.

targhe
Targhe sequestrate- Nanopress.it

In quest’ultimo caso la multa lieviterà partendo da un minimo di cinquemila euro fino ad un massimo di venticinquemila, ma non sarà quest’ultima la notizia peggiore. Infatti, rischieremo di essere rinchiusi dai quattro ai dodici anni.