Sampdoria, la salvezza grazie alla cura Ranieri

L'allenatore romano, arrivato sulla panchina della Sampdoria dopo l'addio di Di Francesco, ha rivitalizzato la squadra blucerchiata tanto che gran parte del merito della salvezza è senza dubbio suo

Continua a leggere

Claudio Ranieri

Foto Getty images | di Paolo Rattini

Prima del suo arrivo, la Sampdoria era una squadra che versava in condizioni davvero disastrose: gioco davvero nullo in campo, spogliatoio diviso e una situazione di classifica che lasciava presagire a una retrocessione davvero possibile. Poi però, ecco l’arrivo di Claudio Ranieri, che ha preso in mano la situazione, e ha portato la Sampdoria a una salvezza davvero eroica.

Continua a leggere

Continua a leggere

Il cambiamento che ha portato (quasi) alla salvezza

Dopo la fine del rapporto con Eusebio Di Francesco, sulla panchina della Sampdoria è arrivato ad ottobre inoltrato, Claudio Ranieri, che con il suo 4-4-2 ha stravolto una squadra che già sembrava non averne più. A inizio stagione nessuno si sarebbe mai aspettato che la Sampdoria potesse prendersi la salvezza con tranquillità, con il gioco mostrato in campo. Ma pian piano la situazione è iniziata a cambiare. Ranieri è riuscito a ad avere fiducia nel suo 4-4-2 puntando tutto su un attaccante inossidabile come Fabio Quagliarella, che aveva smesso di segnare. Molto importante poi, è stato il successo nel riuscire a rivitalizzare un centrocampista fondamentale come Gaston Ramirez. Adesso i blucerchiati, in tre giorni, si sono assicurati 6 punti pazzeschi che hanno portato i liguri nelle zone tranquille della classifica: le vittorie contro Cagliari e Udinese, arrivate grazie a uno straripante Bonazzoli, hanno consentito alla squadra di Ranieri, di raggiungere una salvezza che fino a qualche mese fa, sembrava davvero cosa lontana. Adesso le basi per far bene il prossimo anno ci sono tutte.

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Redazione

Da non perdere