Nuovo decreto, coprifuoco alle 22 fino al 1° giugno

Dalle visite in 4 anziché 2 ai ristoranti all'aperto a pranzo e cena in zona gialla, fino al green pass, ecco quali sono le misure che saranno in vigore fino al 31 luglio

Duomo di Milano

Foto Getty Images | Roberto Finizio

Ieri, mercoledì 21 aprile, durante il Consiglio dei ministri è stato varato il Nuovo Decreto Covid. Il provvedimento contiene al suo interno tutte le misure che saranno in vigore a partire da lunedì 26 aprile fino al prossimo 31 luglio.

Partendo dal coprifuoco, oggetto di polemiche nei giorni scorsi, ha prevalso la linea della prudenza. Infatti, nel nuovo Decreto Covid questo sarà mantenuto alle 22 almeno fino al 1 giugno. A partire da maggio, valutando la situazione epidemiologica del Paese, potrà essere spostato alle 23 o cancellato.

Le regole per ristoranti, cinema, teatri ed eventi sportivi

Confermate le aperture per i ristoranti, all’aperto, a partire da lunedì 26 aprile, in zona gialla, anche la sera. Dal primo giugno, secondo il nuovo Decreto, sarà possibile sedersi ai tavoli anche nei ristoranti al chiuso.

Per quanto riguarda invece cinema e teatri, le riaperture sono autorizzante, con 500 spettatori al chiuso e mille all’aperto. Se la situazione epidemiologica lo consentirà, però, si potranno ospitare spettatori fino al 50% della capienza.

Sul fronte degli eventi sportivi, grazie al nuovo Decreto Covid sarà possibile autorizzare lo svolgimento di questi eventi anche prima del 1° giugno, se di particolare importanza.

Nuovo Decreto Covid, dalle visite al green pass

Nel Nuovo Decreto Covid, per quanto riguarda la scuola, è stato confermato che si tornerà in presenza dal 26 aprile fino alla fine dell’anno scolastico. Questo provvedimento riguarderà tutti, compresi gli studenti delle scuole superiori.

Questo provvedimento riguarderà anche la zona rossa, dove gli studenti potranno tornare in classe in presenza dal 50% al 75, mentre in gialla e arancione dal 70% al 100%. Torneranno in aula, inoltre, anche gli studenti universitari.

Un altro tema molto dibattuto in questi giorni, contenuto nel nuovo Decreto Covid, è quello del green pass, il certificato che permetterà di spostarsi tra Regioni arancioni e rosse per turismo. A partire da lunedì 26 aprile chi sarà munito di certificazione verde potrà spostarsi da una Regione all’altra, anche se si tratta di zone rosse e arancioni.

Secondo quanto stabilito anche nei giorni precedenti, il green pass si ottiene: se si è completato il ciclo di vaccinazione, se ci si è ammalati di Covid e si è guariti negli ultimi sei mesi, se si è effettuato test molecolare o rapido con esito negativo 48 ore prima dello spostamento.

Un’altra novità del nuovo Decreto Covid riguarda le visite a parenti e amici. A differenza di quanto avvenuto fino ad oggi, dal 26 aprile al 15 giugno, in zona arancione e gialla, sarà possibile andare a trovare amici e parenti in 4 persone anziché 2.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere