“Ian” approda in Florida come uragano di categoria 4

L’uragano Ian colpisce duramente la Florida. Piogge torrenziali e forti venti scuotono la costa sud-occidentale della penisola mentre l’occhio dell’uragano, la parte più pericolosa, è approdato nell’area di Cayo Costa, vicino a Fort Myers, con categoria 4, con venti sostenuti di circa 240 chilometri orari.

Un uomo sigilla le finestre della sua casa a Kings Point in Florida
Un uomo sigilla le finestre della sua casa a Kings Point in Florida – NanoPress.it

Intere aree urbane di città come Fort Myers sono inondate, con mareggiate “catastrofiche” in alcune aree, secondo il National Hurricane Center (NHC). Il governatore della Florida, il repubblicano Ron DeSantis, ha avvertito che l’uragano sta per “attraversare lo stato”. Lo attraverserà da sud-ovest a nord-est, lasciando una scia di venti, piogge, inondazioni e distruzione.

Secondo le previsioni Ian dovrebbe spostarsi sulla Florida centrale stanotte e giovedì mattina

Quindi, sicuramente con una forza minore, potrebbe dirigersi verso la Georgia e la Carolina del Sud, secondo le previsioni.”Ian sta causando una tempesta catastrofica, venti e inondazioni nella penisola della Florida”, ha annunciato l’NHC, che ha fissato la velocità dei suoi venti sostenuti a 150 miglia orarie (240 chilometri orari) all’approdo.

“Secondo le previsioni, dovrebbe spostarsi sulla Florida centrale stanotte e giovedì mattina ed emergere sull’Atlantico occidentale entro la fine di giovedì. Si prevede che Ian girerà a nord venerdì e si avvicinerà alla costa nord-orientale della Florida oltre alle coste della Georgia e della Carolina del Sud verso la fine di venerdì”, ha detto l’NHC in un aggiornamento alle 14.00 ora della Florida.

Circa 1,5 milioni di abitanti sono rimasti senza elettricità e i blackout potrebbero ancora diffondersi mentre l’uragano attraversa lo stato. È stata ordinata l’evacuazione di circa 2,5 milioni di persone dalle zone costiere della Florida occidentale, anche se molte hanno deciso di rimanere nelle loro case. Per ora non si hanno notizie di feriti o morti per l’uragano in Florida, ma la Guardia Costiera ha denunciato l’affondamento di una barca con immigrati cubani vicino alla costa, a Stock Island, a causa del maltempo.

Sono 23 i migranti scomparsi. Altri quattro sono riusciti a nuotare fino a riva. La velocità del vento sostenuta di Ian durante il suo avvicinamento alla Florida ha raggiunto 155 miglia orarie, con raffiche più elevate, che lo hanno posizionato appena al limite superiore della categoria 4 sulla scala Saffir-Simpson, che corrisponde a venti da 131 a 155 miglia orarie (210 a 250 chilometri orari) al confine con la categoria 5, la più pericolosa. L’uragano ha guadagnato forza da quando ha lasciato Cuba alle spalle, ma si prevede che perderà forza dopo che il suo occhio sarà atterrato.

La traiettoria di Ian ha deviato leggermente dalle previsioni di inizio settimana. Invece di approdare nell’area di Tampa, lo ha fatto più a sud, nei pressi di Cayo Costa, nel porto naturale dove si trovano Cape Coral, Punta Gorda e Port Charlotte, leggermente a nord di Fort Myers, dove le inondazioni sono diffuse nelle aree più vicine alla costa. La combinazione delle mareggiate e della marea causerà l’allagamento delle aree normalmente asciutte vicino alla costa a causa dell’aumento del livello dell’acqua che si sposta verso l’interno dalla costa.

Le autorità hanno avvertito che la mareggiata può raggiungere dai quattro ai sei metri circa

Le autorità hanno avvertito che la mareggiata può raggiungere dai 12 ai 18 piedi di altezza (dai quattro ai sei metri circa) nell’area della costa che va da Port Charlotte a Napoli, comprese le regioni di Fort Myers e Cape Coral se coincide. con il tempo dell’alta marea.Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha lanciato questo mercoledì un nuovo appello ai cittadini affinché prestino estrema cautela e proteggano se stessi. Ron DeSantis ha avvertito che sarà “un evento tragico in molti modi”.

Forza del vento
Forza del vento – Nanopress.it

“L’impatto della tempesta sarà enorme”, ha detto, assicurando che lascerà un effetto “indelebile”. “Sarà un giorno o due orribili”, ha aggiunto. A Tampa Bay, il livello dell’acqua si è abbassato perché il vento e la marea la spingono in mare, poiché quando si trova a nord dell’occhio dell’uragano, i venti vanno dalla terra al mare, poiché l’uragano si muove nella direzione Antiorario.

Il fenomeno, tuttavia, può essere invertito e può essere pericoloso avvicinarsi alla riva del mare, come hanno fatto molti spettatori questo mercoledì. L’aeroporto di Tampa, nei pressi della baia, ha annunciato la cessazione delle sue operazioni da martedì pomeriggio a tempo indeterminato per il rischio di venti e inondazioni. Riaprirà quando potrà operare in sicurezza.

Anche altri aeroporti minori dello stato hanno annunciato la chiusura, ma l’aeroporto di Miami per ora resta operativo, anche se anticipa la cancellazione dei voli a causa della tempesta. Gli uragani sono diventati un evento quotidiano alla fine di ogni estate per i floridiani, ma tendono a scendere lungo la costa orientale. Ian, invece, entra a pieno titolo attraverso la parte occidentale dello Stato.