Ultime 48 ore di "libertà": cosa si può fare prima dell'entrata in vigore del Decreto Natale

Pranzare fuori, fare shopping fino alle 21, recarsi nelle seconde case: sono alcune delle attività che si possono ancora svolgere in (quasi) tutta Italia prima del 24 dicembre

Shopping natalizio per le vie di Bologna il 1° dicembre 2020

Foto Getty Images | Michele Lapini

Il 24 dicembre entrerà in vigore il Decreto Natale che limiterà spostamenti e attività fino al prossimo 6 gennaio. In queste ultime 48 ore, ci si può ancora muovere entro alcuni limiti e frequentare bar e negozi. Vediamo nel dettaglio.

Cosa si può fare oggi e domani

Già da ieri, sono bloccati gli spostamenti tra Regione per motivi non legati a lavoro o emergenze, compreso il ritorno alla propria residenza. Sarà concesso varcare i confini, a partire da oggi, solo per ricongiungersi con i figli o genitori malati, e per sposati e conviventi separati momentaneamente, solo per ritrovarsi nel domicilio in cui si convive.

Oggi e domani ci si può muovere all’interno delle regioni gialle (tutte escluse Abruzzo e Campania arancioni e il Veneto dove già da sabato è in atto il blocco degli spostamenti tra comuni), quindi è possibile raggiungere le seconde case entro i confini regionali.

Ristoranti e bar rimarranno aperti per il pranzo e chiuderanno al pubblico alle 18, continuando poi con l’attività di trasporto e consegna a domicilio: quest’ultimi consentiti anche in zona arancione, dove invece non si può pranzare fuori. I negozi prolungheranno l’orario di apertura fino alle 21 per incentivare lo shopping natalizio consentendo il rientro a casa entro l’inizio del coprifuoco, che rimane invariato 22-5.

Decreto Natale: l’Italia in lockdown

La vigilia di Natale l’Italia entrerà in una sorta di lockdown rosso-arancione durante il quale spostamenti e attività saranno sostanzialmente azzerati.

I giorni 24, 25, 26, 27, 31 dicembre e 1, 3, 5 e 6 gennaio tutto il paese sarà zona rossa, mentre i restanti 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio arancione. Il governo ha provato a limitare il più possibile spostamenti e assembramenti in occasione delle feste, ma ha comunque concesso alcune deroghe, elencate nella sezione Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo pubblicata ieri.

Vista l’impossibilità di bloccare in toto le feste e i ricongiungimenti tipici del periodo, si è provato a normali il più possibile, facendo affidamento sul senso civico della popolazione.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere