Campi di lavanda in Italia: dove tutto si colora di viola

Fiorisce la lavanda in Italia e, come in Provenza, alcuni dei nostri luoghi si tingono di lilla, viola e blu. Ecco dove.

Lavanda in Italia
Lavanda in Italia – Nanopress.it

Con l’arrivo dell’estate anche in Italia possiamo adesso avere la fortuna di ammirare i campi sconfinati di lavanda senza andare lontano. Bisogna ammetterlo: quando questa pianta profumatissima fiorisce, tutto il paesaggio circostante diventa magico e romantico ed è davvero impossibile riuscire a resistere alla tentazione di andare a fare una passeggiata tra le distese colorate dalle più svariate tonalità di violetto e blu intenso.

Se siete degli appassionati di fioriture, quindi, prendete nota: ecco dove vedere i campi di lavanda in Italia a giugno e luglio.

La lavanda toscana

Non ci sono dubbi: la Toscana è proprio la regina italiana della lavanda. Il suo profumo non può lasciarvi indifferenti così come i suoi incredibili colori. La lavanda fiorisce in tantissime località di questa regione, da Pisa a Lucca, dalla Maremma a Civitella Marittima, dalle colline pisane di Santa Luce fino a quelle del Chianti.

A favorire questa abbondante fioritura è il particolare microclima di alcune zone della Toscana, ma anche il Piano Integrato di Filiera della regione che, nel 2015, ha ampliato le zone destinate a queste erbe officinali. Esempio di questo ne è la cosiddetta Valle dei Profumi, sulle colline pisane di Santa Luce, dove grazie ad un progetto, la coltivazione della lavanda si è sviluppata in modo straordinario, occupando oggi 18 ettari di terreno (inizialmente erano solo due).

Potrete ammirare la fioritura della lavanda da giugno a luglio; dopo di che i fiori verranno tagliati e trasformati in oli, saponi ed essenze profumate. Ma non solo. Durante questo lungo mese è anche possibile partecipare a visite guidate, workshop, tour panoramici e a decine di altre esperienze a tema.

La lavanda dell’Alessandrino e Monferrato

Anche in Piemonte sono tante le strutture che hanno impacchettato esperienze uniche dove protagonista è la lavanda: dalle escursioni nei campi alle visite guidate nelle aziende che ne lavorano i fiori, dalle fattorie didattiche ai particolarissimi e sempre più in voga starsbox.

Nella zona dell’Alessandrino e Monferrato, sono moltissimi gli itinerari a tema che vi porteranno alla scoperta di questa pianta colorata.

Cominciando il vostro viaggio da Alessandria, per esempio, potrete visitare l’Azienda Agricola Cascina Ospedale, dove viene coltivata la lavanda e vengono proposte attività, adatte anche ai bambini, all’interno di una fattoria didattica.

Nel piccolo borgo di Castelletto d’Erro, invece, si trovano tanti punti panoramici dove potrete scattare le vostre foto più belle sui campi variopinti.

Se volete ammirare tutta la bellezza dei campi di lavanda e osservarli da panchine giganti, non perdetevi poi la strada panoramica da Cuccaro Monferrato a Lu.

Infine, per rilassarsi in un romantico starsbox nel bel mezzo delle distese lilla, andate a Merana presso l’Agriturismo Verdita: potrete vivere un’esperienza unica totalmente immersi in questo spettacolo della natura.

Lavanda di Sale San Giovanni
Lavanda di Sale San Giovanni – Nanopress.it

La lavanda in Italia di Sale San Giovanni

In provincia di Cuneo si trova un piccolissimo e bellissimo paese che da qualche anno attira numerosi turisti appassionati di lavanda e fioriture, reiventandosi e salvandosi dall’abbandono.

Qui, a Sale San Giovanni, tra i luoghi più inaspettati e unici dove osservare la lavanda, il comune chiude per l’occasione le strade, che saranno percorribili a piedi o in bicicletta (eccetto autorizzati).

Quest’anno, nei weekend dal 18 giugno al 10 luglio potrete accedere ai percorsi che attraversano le coltivazioni con un piccolo contributo di €2 a persona, con il quale potrete anche visitare con una guida le chiese del borgo.

Potrete scegliere tra quattro percorsi panoramici: arancione, azzurro, verde o marrone. I primi due sono i più lunghi e impegnativi (durano circa 3 ore) e si snodano per 7 km tra strade asfaltate e sterrate, e sentieri; quello verde è detto anche agripanoramico e dura 2 ore, mentre quello marrone è il più facile (dura solo mezz’ora) e vi porterà fino all’Alboreto Prandi, un’area ricca di piante realizzata da un ferroviere con la passione per la botanica, recuperata nel 1961 dopo all’abbandono.

La lavanda di Polesine

Anche Porto Tolle, in Veneto, può essere una valida alternativa per assistere alla fioritura della lavanda. Questa pianta profumata fiorisce soprattutto nell’entroterra della Sacca di Scardovari e nei pressi del Delta del Po, uno dei paesaggi più affascinanti della zona.

La lavanda di Assisi

Nella città di San Francesco ogni anno viene organizzata la Festa della lavanda. Per un mese intero viene allestita una piccola mostra e un mercatino ed è anche possibile partecipare a passeggiate sia a piedi sia a cavallo. Quest’anno la festa ha avuto inizio il 9 giugno e terminerà il 10 luglio. Qui la lavanda rosa, bianca, viola e blu si estende per circa 3 ettari e la sua fioritura è tra le più belle da ammirare in Italia.

La lavanda in Italia: il Giardino Lilla di Parma

Per i più sentimentali e romantici, a Parma sarà possibile trascorrere una notte magica in un glamping di lusso con tanto di letto matrimoniale, prodotti e colazione a base di lavanda. Questo alloggio inusuale è completamente immerso nei campi di lavanda in fiore che si espandono per circa 10 mila metri quadrati. Oltre al pernottamento, vi sarà possibile anche visitare il lavandeto, raccogliere personalmente i fiori profumati o acquistare uno dei tanti prodotti cosmetici e alimentari dell’Agriturismo.