Caldaia, se fai questo risparmi una valanga di soldi a fine mese: lo sanno pochi

È importante risparmiare i soldi a fine mese e questo trucchetto lo conoscono in pochi: ecco cosa fare con la caldaia.

caldaia
caldaia-NanoPress.it

I costi del riscaldamento stanno per andare alle stelle e le previsioni lasciano le famiglie senza parole. La caldaia, se utilizzata bene, può dare delle soddisfazioni e far risparmiare tantissimi soldi a fine mese. Ottimizzare la bolletta energetica è oggi un must, facendo anche in modo che l’impianto funzioni correttamente e che le sue funzioni non subiscano alcuna alterazione mantenendo lo strumento in perfetto stato.

Per farlo basterà programmare le pulizie e le ispezioni attraverso un tecnico qualificato, oltre che sostituire un impianto vecchio con uno di ultimissima generazione. E poi c’è anche un piccolo trucco, ottimo per risparmiare tantissimi soldi a fine mese.

Come regolare la temperatura della caldaia?

Quando si parla di riscaldamento domestico ci si ritrova sempre a dover combattere, non solo con la temperatura ma con l’insieme di gesti che potrebbero impattare o meno sulla bolletta.

Regolare la temperatura è importante, infatti un solo grado in più comporterà dei costi maggiori a fine mese oltre che possibili sanzioni se entreranno in vigore regole e normative. In linea generale, la temperatura deve essere impostata dai 18° ai 20°C che danno il giusto tepore senza dover spendere troppi soldi.

Sistemare e impostare la caldaia
Sistemare e impostare la caldaia-NanoPress.it

Caldaia, questa azione fa risparmiare in bolletta

Non è tutto, infatti in pochissimi sanno che uno strumento di questo tipo consuma energia solo nella prima fase ovvero quando si accende e deve raggiungere la temperatura. L’acqua raggiunge il suo grado esatto e consuma energia, così come quando viene spenta e si attua il procedimento contrario.

Per risparmiare notevolmente sui consumi basterà lasciare la caldaia sempre accesa in inverno, evitando di accenderla e spegnerla ogni mattino e ogni sera. Questo è importante per limitare i consumi di gas o energia, mantenendo sempre l’acqua calda e a temperatura. Inoltre, si migliora l’efficienza del sistema e si ottiene un buon beneficio economico senza avere freddo.

Se la caldaia funge anche da strumento per l’acqua calda, allora sarùà importante impostare il suo valore a 45°C così da risparmiare sui consumi sino al 5%. È un piccolo guadagno economico che si accumula, mese dopo mese, dando la possibilità di poter raggiungere un bel gruzzolo a fine anno. Così come già spiegato, l’efficienza è inoltre superiore mentre l’impatto ambientale sarà minore.

Per risparmiare è inoltre fondamentale che vengano fatti i controlli annuali approfonditi, oltre che quelli prima di ogni accensione di inizio stagione. Se il tecnico può controllare la caldaia, significa che avrà modo di sostituire i pezzi risparmiando ancora di più sul budget di fine mese. Uno strumento di questo tipo non controllato a dovere potrebbe rompersi, quindi costare il doppio e consumare ancora più energia elettrica o gas.