Voli a rischio per l’estate 2022, scioperi in tutta Europa

L’estate 2022, oltre ad essere una delle più calde di sempre, sarà caratterizzata da non poche difficoltà nel viaggiare in aereo. Questo a causa dei numerosi scioperi che caratterizzeranno diverse compagnie aeree, creando disagi ai voli aerei.

Aereo
Aereo – Nanopress.it

Dopo ben due anni di pandemia, in cui è stato praticamente quasi impossibile spostarsi da un paese all’altro, in particolare attraverso i voli aerei. Ora invece anche il settore dei viaggi e dunque dei voli è ripartito a gonfie vele. O almeno così sembrava.

Infatti a quanto pare per coloro che hanno prenotato un viaggio in aereo durante i mesi estivi, non sarà facilissimo arrivare a destinazione. Questo principalmente a causa dei molti scioperi previsti da parte del personale aereo e non solo.

I principali cause delle problematiche dei voli

Dunque i motivi che renderanno molto difficile e stressante viaggiare in aereo quest’estate, sono molteplici.

In primo luogo, stanno avvenendo una grandissima quantità di cancellazioni di voli. Fino ad ora, precisamente le compagnie aeree hanno cancellato circa 41mila voli, compresi tra il primo luglio e il 30 settembre 2022. Sono previste però ulteriori cancellazioni, le quali arriveranno probabilmente fino a 141mila.

Alcune delle compagnie esposte a maggiori problematiche sono Lufthansa, Eurowings, Ryanair, Easyjet e tante altre. Inoltre vogliamo ricordare lo sciopero indotto dai sindacati, il 17 luglio, il quale potrebbe comportare parecchie ulteriori problematiche.

Inoltre altri disagi potrebbero essere creati da un eccessivo affollamento ai terminal degli aeroporti, dovuto all’enorme affluenza di viaggiatori di questo periodo e ad una mancanza di personale a causa degli scioperi. Questo avverrà in particolare nell’aeroporto di Fiumicino

Le problematiche relative agli altri paesi europei

In Germania per esempio, i disagi sono causati essenzialmente da file immense ai controlli, a causa della mancanza di personale. Secondo il ministro del Lavoro Hubertus Heil, vi è qualcosa di errato nel settore, in quanto nonostante gli ingenti aiuti statali, molti dipendenti sono stati licenziati oppure hanno preferito dedicarsi ad altre occupazioni a causa dei tagli agli stipendi o dei turni di lavoro poco convenienti. Dunque il ministro ritiene che le varie compagnie debbano dar vita a politiche aziendali più appetibili, soprattutto per i più giovani.

In Spagna invece, molti voli sono stati cancellati, oppure sono partiti in ritardo a causa degli scioperi del personale Easyjet e Ryanair. Gli scioperi vengono istituiti principalmente a causa di condizioni contrattuali poco soddisfacenti. Precisamente circa 100 aerei delle due compagnie sono partiti in ritardo.

Aeroporto
Aeroporto – Nanopress.it

Per non parlare della Francia, in cui coloro che finalmente dovevano partire per le vacanze si sono ritrovati in un vero e proprio incubo. Molti voli cancellati, ritardi di ore ed ore e file ai terminal e ai controlli immense. 

Anche a Londra gravi difficoltà. Infatti nell’aeroporto più grande della città sono stati imposti dei limiti giornalieri ai voli. Nel mese di luglio potranno partire circa 850 voli al giorno. Mentre ad agosto il limite è di 800 voli al giorno.