Fenomenale Sinner, spazzato via Alcaraz!

Un immenso Jannik Sinner supera il turno dominando per gran parte della partita Alcaraz e dimostrando tantissima personalità nel gestire i rari momenti di difficoltà del match, l’altoatesino ora aspetta il vincente della sfida tra Djokovic e Van Rijthovern

Jannik Sinner
Jannik Sinner – Nanopress.it

L’Italia pareggia la partita contro la Spagna, Sinner batte Alcaraz vendicando il connazionale Sonego, uscito sconfitto nella sfida di ieri sera contro Rafa Nadal.
Esame di maturità superata per l’altoatesino che domina in lungo ed in largo la giovane promessa spagnola giocando la sua miglior partita in carriera sull’erba.

Il torneo di Sinner, iniziato tra mille incognite, entra cosi nel vivo ed ora per il giovane italiano la sfida con il vincente della sfida, ora in corso, tra Novak Djokovic e Van Rijthoven, con il serbo ovviamente favorito.

Sinner, che risposta!

Per un’ora e mezza abbondante Alcaraz è totalmente in balia dell’avversario che serve divinamente e trova risposte sempre aggressive che non permettono al giovane spagnolo di entrare nello scambio.

Sinner
Sinner – Nanopress.it

Jannik vince 6/1,6/2 i primi set e resiste mentalmente al ritorno di Alcaraz che lo costringe al quarto set vincendo il tre-break del terzo parziale dove annulla addirittura due match-point all’altoatesino.

Sinner mentalmente è perfetto e continua a condurre gli scambi con il suo dritto stretto che non da scampo ad Alcaraz, break in apertura di quarto set e 6/4 finale che porta l’azzurro per la prima volta ai quarti di finale di Wimbledon.

Sorride dunque il tennis italiano che nonostante il forfait di Berrettini, a causa della positività al Covid-19, si gode un Sinner versione extralusso che accede alla seconda settimana con molte certezze e la consapevolezza di essere un avversario scomodo per chiunque, anche per lo stesso Djokovic, suo probabile avversario ai prossimi quarti di finale.

La partita tra Sinner e Alcaraz è anche un inno allo sport, con i due giovani talenti che si scambiano i complimenti a fine partita senza mai creare una polemica durante lo svolgimento del match, teso ma sempre molto sportivo.
Ottima risposta dei due ragazzi del circuito che danno una “lezione di sportività” a Tsitsipas e Kyrgios, autori ieri di una brutta lite dentro e fuori dal campo.