Il vaccino Johnson & Johnson sbarca in Italia dal 16 aprile

Secondo i primi dati, il vaccino avrebbe un’efficacia del 72% negli Stati Uniti, mentre in Sudafrica si è fermato al 64%, a causa della variante più contagiosa

Vaccino Johnson & Johnson

Foto Getty Images | Michael Ciaglo

Il vaccino monodose Johnson & Johnson arriverà in Italia il 16 aprile. La conferma arriva da Gianmarco Medusei, presidente del Consiglio regionale della Liguria, dopo aver parlato con il commissario per l’emergenza Covid, Francesco Figliuolo, in visita a Genova per l’inaugurazione del maxi hub vaccinale.

Leggi anche: AstraZeneca, 29 milioni di dosi vaccino nascoste ad Anagni

In arrivo il vaccino Johnson dal 16 aprile

Il Commissario Figliuolo mi ha confermato che i vaccini Johnson & Johnson arriveranno in Italia dal 16 aprile“, ha scritto su Facebook Gianmarco Medusei. “Ce lo auguriamo, oltre alla vaccinazione che è prevenzione, auspico anche una maggiore produzione di anticorpi monoclonali, che si stanno dimostrando particolarmente efficaci anche sulle varianti“, ha proseguito il presidente del Consiglio regionale della Liguria. E conclude: “Inutile negare che ci siano ancora tante problematiche, ma bisogna accelerare con i vaccini per poter ripartire“.

Parte la campagna vaccinale nelle farmacie

Intanto il ministro Speranza ha firmato il protocollo con regioni e farmacisti per far partire in sicurezza le vaccinazioni nella farmacie del Paese. “La campagna di vaccinazione è la vera chiave per chiudere questa stagione così difficile. Oggi facciamo un altro importante passo avanti per renderla più veloce e capillare“, ha commentato il ministro della Salute.

Leggi anche: Vaccini, medici ed equipe per somministrazione nelle farmacie

Vaccino efficace al 72%

Il vaccino Johnson & Johnson è già in fase di somministrazione da qualche settimana negli Stati Uniti, dove è stato autorizzato il 27 febbraio, in seguito alla diffusione dei primi risultati dei suoi test clinici. Secondo i primi dati, il vaccino avrebbe un’efficacia del 72% negli Stati Uniti, mentre in Sudafrica si è fermato al 64%, a causa della circolazione nel paese di una variante più contagiosa. Il vaccino è stato sviluppato da Janssen Pharmaceutica, è basato su RNA messaggero e utilizza un virus sostanzialmente innocuo per il nostro organismo.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere