Vaccini, medici ed equipe per somministrazione nelle farmacie

Saranno proprio i medici, insieme ad apposite equipe, a somministrare il vaccino nelle farmacie. La scelta dei locali dipenderà dalla tipologia degli ambienti

vaccino fiala

Foto Getty Images | Leon Neal

Saranno proprio i medici, supportati da apposite equipe, a somministrare il vaccino anti-Coronavirus nelle farmacie. La scelta dei locali per la somministrazione del vaccino dipenderà dalla tipologia degli ambienti e dalla possibilità di equipaggiare adeguatamente gli spazi.

Il sistema di somministrazione del vaccino contro il Coronavirus in alcune farmacie sarà integrato nelle reti esistenti all’interno delle varie regioni e i farmacisti saranno informati dalle Asl. Proprio su questi aspetti organizzativi è in corso il coordinamento del flusso di informazioni con le regioni, da parte della struttura commissariale per l’Emergenza. 

“Nelle prossime ore stiamo lavorando a due interventi normativi: uno per favorire gli l’impegno di farmacie e di infermieri nella campagna di vaccinazioni per favorirne l’accelerazione” Ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l’audizione alle Commissioni riunite Affari sociali di Camera e Senato.

Vaccini, ricorso a turni straordinari

Tra le opzioni previste per la riduzione di eventuali ritardi sulla tabella di marcia delle inoculazioni in Italia, che ricordiamo è dovuto in queste ore alla sospensione del vaccino di AstraZeneca in via precauzionale, c’è anche il ricorso a turni straordinari per il personale addetto alle vaccinazioni.

A quanto si è potuto apprendere, la riprogrammazione delle prenotazioni prevede l’allungamento, almeno temporaneo, degli orari previsti per i turni di somministrazione e in alcuni casi si prevede anche l’estensione delle inoculazioni a sabato e domenica, a seconda del tipo di struttura organizzativa nelle varie regioni.

Speranza: “La campagna vaccinale deve proseguire e accelerare”

Sempre nel corso del suo intervento alle Commissioni riunite Affari sociali di Camera e Senato il ministro della Salute Roberto Speranza ha detto di auspicare già da domani “rassicurazioni” da parte dell’Ema e ha sottolineato che intanto, in Italia, proseguirà la campagna vaccinale.

Quanto avvenuto nei Paesi UE non incrina la fiducia nell’arma fondamentale per contrastare il Covid” sono state le parole del ministro Speranza.

Da non perdere