Coronavirus, Trump e Melania positivi al Covid-19

L’annuncio è stato dato su Twitter dallo stesso Presidente statunitense, a contagiare la coppia sarebbe stata la consigliera Hope Hicks. Adesso a rischio non ci sono solo la campagna e la rielezione, ma anche la salute di Donald

Donald Trump e Melania

Foto Getty Images | Sarah Silbiger

Dopo aver sminuito per mesi la gravità di Covid-19 e aver demonizzato l’uso della mascherina, anche il Presidente statunitense, Donald Trump, e la First Lady, Melania sono risultati positivi al virus. Il risultato del test, arrivato dopo giorni di preoccupazione da parte dell’entourage del tycoon, che all’inizio della settimana aveva condiviso l’aereo presidenziale con Hope Hicks poi risultata anch’essa contagiata, potrebbe avere effetti tangibili sulla campagna elettorale in corso.

Sintomi lievi per Trump

Donald Trump ha sintomi lievi di Coronavirus, che vengono descritti come “simili al raffreddore”. Lo riferisce il New York Times, citando fonti a conoscenza dello stato di salute del presidente Usa. Sempre secondo il quotidiano, il presidente ha partecipato giovedì ad un evento per una raccolta di fondi e già in quell’occasione il suo stato sarebbe sembrato “letargico”. Inoltre, ancora secondo il New York Times, la Casa Bianca starebbe valutando la possibilità di un messaggio alla nazione.

Ivanka e Jared Kushner negativi al test

La figlia del presidente Usa, Ivanka Trump, e suo marito, Jared Kushner, sono invece risultati negativi al test sul Coronavirus. Lo ha riferito la Cnn, citando fonti della Casa Bianca.

Anche Barron Trump negativo al Coronavirus

La Casa Bianca fa sapere che anche Barron Trump, il figlio del presidente Donald Trump e della First Lady Melania, è negativo al Coronavirus.

Kamala Harris negativa

Kamala Harris, la senatrice democratica candidata alla vicepresidenza, è negativa al coronavirus. Lo riporta Nbc citando il suo staff.

Niente mascherine sull’Air Force 1

A contagiare la coppia presidenziale sarebbe stata una fidata consigliera di Trump, Hope Hicks. L’ex modella di 31 anni, già a capo della comunicazione della Casa Bianca, pr della Trump Organization e portavoce della campagna elettorale, avrebbe scoperto di essere positiva a Covid-19 solo giovedì, dopo aver condiviso tra martedì e mercoledì l’Air Force 1 con il team della Casa Bianca.

Nessuno indossava la mascherina sull’aeromobile, dato che il tycoon ha sempre sostenuto la scarsa utilità dei dispositivi di protezione individuale.

A rischio la campagna elettorale

Lo staff medico della Casa Bianca ha dato conferma della positività del Presidente, annunciata dallo stesso Trump con un post Twitter, assicurando però che non ci saranno interruzioni agli obblighi presidenziali.

In realtà, in piena campagna elettorale per la ricandidatura, è subito stato annullato il primo viaggio in programma. Trump quindi non si recherà in Florida oggi dal momento che, nonostante sia asintomatico, il 74enne dovrà rimanere in isolamento fino a data da destinarsi.

A 33 giorni dal voto del 3 novembre, questo stop rischia di andare a vantaggio della controparte democratica nella sfida alla Casa Bianca, Joseph R. Biden Jr.

Non si può far finta di niente

Nella sua corsa alla rielezione, Trump ha sempre cercato di allontanare la discussione dal tema Coronavirus, concentrandosi invece sulla violenza nelle città, sulla sua nomina alla Corte Suprema, sui voti per corrispondenza e sul rapporto con i liberals dello sfidante Biden.

Purtroppo per lui, però, gli sforzi di convincere governatori e imprenditori a mantenere aperte le attività, scuole e luoghi pubblici, potrebbero essergli costati la salute. Soprattutto perché il Presidente fa parte della fascia demografica più a rischio.

Coronavirus, Trump e Il rischio di aver contagiato i sostenitori

Il primo, in maggio, era stato un valletto personale del presidente, poi la portavoce del vice presidente Mike Pence, Katie Miller. Agenti di scorta, Kimberly Guilfoyle, la fidanzata di Don Junior, in ultimo il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O’Brien.

Oggi, lo stesso Trump e signora. Covid-19, quindi, checché ne dica Trump esiste, anche all’interno dello Studio Ovale. Il problema adesso però è quello di averlo portato anche fuori da quelle mura: alla Convention nazionale repubblicana erano presenti oltre mille sostenitori al South Lawn della Casa Bianca, da allora le manifestazioni sono state molte, e sempre senza mascherine. 

Parole di Alanews

Da non perdere