Stella di Natale, annaffiala a quest’ora se vuoi farla fiorire tutto l’anno

Stella di Natale, chi non possiede questa bellissima pianta? Ti consigliamo di annaffiarla a quest’ora se vuoi vederla fiorire tutto l’anno.

Stella di natale
Stella di natale – Nanopress.it

Semplici e pratici consigli per te, se possiedi la bellissima pianta, la stella di Natale. Innaffiala a quest’ora per vederla rigogliosa non solo a dicembre.

Stella di Natale, il segreto per vederla fiorita tutto l’anno

Se c’è una pianta che possiamo considerare il simbolo di dicembre, la pianta delle festività, è proprio la famosa stella di Natale. Chi non ce l’ha in casa? In questo periodo è tra le piante più vedute, tra quelle più cercate dagli appassionati di pollice verde.

Stella di natale
Stella di Natale – Nanopress.it

Eppure prendersene cura non è così semplice come può sembrare. Spesso, questo bellissimo esemplare di pianta dalle foglie rosse colore dell’amore, tende ad appassire facilmente.

Sai però che esiste un mondo per prendersene cura e per avere la tua stella di Natale rigogliosa non solo a dicembre ma tutto l’anno? Nota agli esperti come Euphorbia pulcherrima, originaria del Messico, questa particolare pianta si distingue per il suo colore brillante in tema senza dubbio con il Natale.

Allegra e colorata, dona fantasia e bellezza alla tua casa. La stella di Natale è tra le piante meno esigenti presenti in giro ma anche quella che più facilmente muore. Ecco come devi prendertene cura: innaffiala sempre a quest’ora. Perché? Lo scopriamo subito.

A che ora annaffiare la pianta di Natale

Non tutte le stelle di Natale riescono a sopravvivere per lungo tempo. Come mai? Il segreto della loro vitalità risiede nell’acqua e nella luce. Innanzitutto, quando acquisti una pianta di questo genere, devi fare attenzione a tre caratteristiche: le gemme, le foglie e le radici.

Pianta di natale
Come prendersi cura della stella di natale – Nanopress.it

Step numero 1: assicurati che le radici siano sane, forti e robuste. Passaggio numero 2: controlla che le foglie siano verdi ma di un verde brillante e non spento o opaco. Step numero 3: controlla che i rami abbiamo gemme fresche.

Se la tua stella di Natale rispetta tutte queste caratteristiche, allora ti diciamo che sopravviverà sicuramente più del previsto. Ma passiamo ad analizzare l’aspetto più importante: l’acqua.

Come si innaffia la pianta di Natale? E quante volte? Scopriamolo. Questa pianta non richiede una cura particolare, necessita solo di una leggera potatura di tanto in tanto e di acqua sufficiente per non far morire le sue bellissime gemme.

I rami sono molto resistenti, quindi se la pianta è buona e rispetta le caratteristiche che ti abbiamo detto sopra, difficilmente tenderanno a spezzarsi. Il consiglio che ti diamo è di esporla alla luce solare (non direttamente) almeno 12 ore al giorno: il suo colore rosso brillante in questo modo sarà sempre garantito.

Il terreno deve essere sempre umido, quindi se ti accorgi che la tua pianta ha sete, potresti anche mettere il vaso per qualche minuto in un recipiente contenente acqua fino a quando il terreno non si inumidirà per bene. L’umidità è un fattore importante se vuoi mantenere in vita la pianta dal colore rosso acceso.

Attenzione: mai posizionare la pianta vicino a fonti di riscaldamento o nei pressi di un caminetto o radiatori. La stella deve avere un ambiente umido in cui poter vivere. Se ci si spezza un ramo, che cosa succede?

Non temere che la tua pianta sia da buttare, anzi, al contrario, il ramoscello andrà ad attecchire nuovamente se lo metterai in un contenitore di acqua e lo lascerei lì per diversi giorni, dopodiché si potrà trapiantare nuovamente nel vaso.

La temperatura ideale in cui la stella di Natale riesce a sopravvivere è 18 gradi. La luce del sole su di essa non deve essere però diretta perché il rischio è che le sue foglie possano bruciarsi.

Il segreto però è anche nell’orario in cui innaffiare la tua stella di Natale. Sai qual è quello da prediligere? Due sono le fasce orarie favorevoli ovvero la mattina presto o la sera sul tardi, per una ragione specifica: sono le ore della giornata in cui il clima è più secco e fresco e l’acqua riesce a evaporare in maniera lenta e graduale.