Serie A: troppa Juventus per il Lecce, bianconeri a +7 sulla Lazio

La Juventus, nel primo match della 28esima giornata, batte il Lecce con un netto 4-0. A firmare la vittoria che vale il +7 momentaneo sulla Lazio sono Dybala, Cristiano Ronaldo, Higuain e De Ligt che avvicinano la squadra di Sarri allo scudetto

Cristiano Ronaldo segna il rigore del 2-0 contro il Lecce

Foto Getty images | di Valerio Pennicino

Tutto è andato come previsto nella prima partita della 28esima giornata di serie A. La resistenza del Lecce contro la Juventus dura appena un tempo, poi i bianconeri, in superiorità numerica, prendono il sopravvento e chiudono il match nel giro di 9 minuti con le reti di Dybala al 53° e Cristiano Ronaldo – ancora su rigore – al 62°. Ad arrotondare ulteriormente il punteggio ci pensano poi Higuain e De Ligt che fissano il punteggio sul 4-0 consentendo agli uomini di Sarri di volare a +7 sulla Lazio, che giocherà contro la Fiorentina, e scalano un altro gradino verso lo scudetto.

Leggi anche: Serie A, il programma della 28esima giornata

Sarri deve fare a meno di De Sciglio e Alex Sandro e così Matuidi scala in difesa nell’inedito ruolo di terzino sinistro mentre in avanti, a far coppia con Dybala e Cristiano Ronaldo, c’è ancora Bernardeschi preferito a Douglas Costa. Assenza pesante anche per Liverani che deve rinunciare a Lapadula con la ferma intenzione, però, di dare fastidio alla Juventus. Intenzione che rimane tale nonostante le prime due azioni pericolose siano proprio dei giallorossi prima con Rispoli, di poco alto, poi con Mancosu. La svolta del match arriva però al 31° quando Lucioni stende Bentancur da ultimo uomo: rosso e Lecce in 10 uomini. La partita finisce probabilmente qui nonostante il primo tempo si chiuda a reti inviolate.

Poker bianconero contro il Lecce di Liverani


Nella ripresa è un monologo bianconero, il Lecce pensa solo a difendersi. Il gol è nell’aria e arriva al minuto 53° quando la retroguardia salentina pasticcia servendo Cristiano Ronaldo che scarica su Dybala. Controllo e palla all’incrocio con il sinistro per il vantaggio juventino. Passano 9 minuti e Cristiano Ronaldo decide di salire in cattedra: il portoghese si conquista il rigore, lo calcia centrale come a Bologna e porta a 2 le marcature bianconere facendo scorrere i titoli di coda sulla partita. Nel finale c’è tempo anche per la rete di Higuain, su assist di tacco di Cristiano Ronaldo, che fissa il punteggio sul 3-0, e per quella di De Ligt per il poker. Il match si chiude senza ulteriori sussulti, la Juventus vince come da copione e si porta momentaneamente a +7 sulla Lazio, seppur con una partita in più.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere