Posti di blocco, scatta il controllo del serbatoio: ti fanno 7500 euro di multa

Le forze dell’ordine ormai sembrano fare sul serio e hanno deciso di intervenire con vari posti di blocco e controlli serrati che possono davvero far piangere molti di noi.  Il tutto sembra avere a che fare con l’aumento del prezzo del carburante. Di che controlli parliamo? Continuiamo a leggere qui di seguito per saperne di più.

Posto di blocco
Posto di blocco – Nanopress.it

Se possedete motori diesel, tenete gli occhi ben aperti, perché vi aspettano controlli serrati da parte delle forze dell’ordine che potrebbero destabilizzarvi in qualsiasi momento. Come mai?

Prezzi del carburante: aumenti assurdi

Come la maggior parte di noi sa, ormai la benzina e il diesel rappresentano quasi un lusso che in molti non possono quasi più permettersi. Il loro prezzo sembra essere arrivato alle stelle, basti pensare che ormai si sono sfiorate le 2 euro al litro e questa è una cosa che non si era mai verificata prima d’ora.

Quest’anno invece siamo anche andati oltre fino a sfiorare le 2,45 euro. Ecco che dunque si parla di un vero e proprio problema soprattutto per chi si sposta per chilometri e chilometri per andare a lavorare, per esempio.

Facciamo l’esempio dei rappresentanti che sono in giro tutto il giorno e tutti i giorni. E che dire dei tassisti: insomma chi ci rimettono sono proprio loro. Se pensiamo che il prezzo del gasolio ha superato di gran lunga quello della benzina ci rendiamo conto di come la situazione sia davvero insostenibile.

Non stupiamoci se molti di noi scelgono di acquistare auto diesel e questo non solo perché c’è un consumo minore in litri per un tot di km, ma anche e soprattutto a causa di questi prezzi che aumentano e che invece prima erano accessibilissimi. Ora invece tutto è il contrario di tutto. Perché?

Una situazione che si è capovolta: come mai?

Sicuramente al centro abbiamo la crisi che si sta verificando a causa della guerra che sta interessando la Russia e l’ucraina.

controlli
Controlli-Nanopress.it

La Russia ha infatti chiuso le porte del gas: di conseguenza le nostre auto a metano, gpl hanno subito un arresto in questo senso.

In molti sono dovuti ricorrere al carburante tradizionale.

Questo ha delle altre conseguenze: se l’offerta cala e la domanda cresce, i prezzi non possono che crescere anche loro. Nel nostro paese, se ci pensiamo, ci sono in giro più auto a gasolio, per non parlare delle varie speculazioni che riguardano l’aumento del prezzo. Insomma siamo di fronte a uno scenario più che negativo e proprio in questo scenario prendono forma alcuni controlli.

Le forze dell’ordine e i loro controlli ai serbatoi delle auto

Le forze dell’ordine non ci stanno e proprio perché sono consapevoli del fatto che esistono dei gran furbacchioni che fanno i furbi per poter risparmiare sul gasolio, hanno deciso di fare dei controlli serrati.

controlli
Controlli-Nanopress.it

Alcuni, pensate, sono arrivati al punto di mettere dell’olio di semi come carburante: questo è assolutamente vietato, però, ed ecco perché in caso di accertamento positivo in tal senso, sono previste delle serie sanzioni.

Perché?

Perché la legge dice che dobbiamo pagare l’iva e altri soldi sui carburanti per auto e altri mezzi che sono a benzina e gasolio. Eppure questo non è bastato per fermare quei pochi furbetti che invece utilizzano l’olio da cucina per le loro auto a diesel.

In tanti per esempio sono arrivati a utilizzare l’olio di colza nel motore della propria auto.

Ma davvero funziona?

Sanzioni e multe

Si, ma bisogna tener presente che tutto questo comporta dei rischi perché si rischia appunto di danneggiare il proprio motore e le sanzioni a tal proposito sono davvero dure.

sanzioni
Sanzioni-Nanopress.it

Violare l’art. 40 del Dlgs 504 del 1996 significa poter essere reclusi da sei mesi a tre anni e poter ricevere una multa del doppio al decuplo della tassa evasa non minore di 7.500 euro.

Questo significa che è davvero rischioso rischiare anche perché è davvero facile scoprire queste tattiche: questi olii infatti emettono un odore forte e anche con un semplice controllo si può arrivare alla conclusione che avete toppato di brutto.

Dunque se volete davvero risparmiare evitate di fare queste furbacchiate, perché le multe potrebbero essere davvero salate.