Palermo, studentessa tedesca denuncia violenza sessuale: un arresto

Un episodio di violenza sessuale è stato denunciato a Palermo, vittima una studentessa tedesca di 26 anni. Nell’ambito delle indagini sarebbe stato eseguito un arresto, in manette un 22enne del posto.

donna vittima di violenza
Donna vittima di violenza – Nanopress.it

Un 22enne di Palermo è stato arrestato nelle scorse ore con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una 26enne, studentessa tedesca nel capoluogo siciliano nell’ambito del progetto Erasmus.

Studentessa tedesca violentata a Palermo, un arresto

La polizia di Palermo, secondo quanto riportato dall’Ansa, nelle scorse ore avrebbe eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un giovane del posto, 22 anni, accusato di aver violentato una 26enne tedesca.

La denuncia sarebbe scattata da quest’ultima, studentessa in città nell’ambito del progetto Erasmus, che avrebbe dichiarato di essere stata violentata nella notte del 29 luglio scorso.

Stupro a Palermo: la denuncia della studentessa

Stando a quanto finora ricostruito e riportato dalla stessa agenzia di stampa in queste ore, la giovane tedesca avrebbe presentato una denuncia alle autorità spiegando di essere stata vittima di violenza sessuale in via Polara, a Palermo.

auto polizia
Auto della polizia – Nanopress.it

Secondo il racconto della 26enne, lo stupro si sarebbe consumato mentre stava rincasando, la notte del 29 luglio scorso, e ad aggredirla sarebbe stata una persona a lei sconosciuta.

Le indagini e l’arresto di un 22enne palermitano

Le indagini della locale Squadra mobile avrebbero portato alla luce elementi importanti a carico del 22enne attualmente indagato e recluso nel carcere di Pagliarelli.

Il giovane avrebbe aggredito la studentessa mentre stava tornando a casa, spintonandola e facendola cadere a terra prima di assalirla sessualmente.

La ragazza sarebbe stata soccorsa poco dopo e condotta presso l’ospedale Civico del capoluogo siciliano per le cure del caso.

Gli agenti della Mobile avrebbero acquisito le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona e quanto raccolto in sede investigativa avrebbe permesso di individuare il presunto responsabile della violenza. 

L’indagato è stato portato in carcere dalla polizia, arrestato in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari di Palermo.

Stando a quanto riportato, inoltre, gli inquirenti avrebbero condotto alcune perquisizioni all’interno di abitazioni della zona teatro dell’aggressione, che si trova in un’area prossima al tribunale.

Al suo arrivo in ospedale, sul corpo della giovane sarebbero stati rilevati diversi lividi a carico del volto, della braccia e delle gambe. Ad allertare le forze dell’ordine lo stesso personale sanitario in servizio nel nosocomio del capoluogo siciliano.