Non sono anoressica, sono magra! La difesa della modella australiana

Non sono anoressica, sono magra! La difesa della modella australiana

L’hanno insultata pubblicamente sul suo profilo Instagram: l’hanno definita ‘anoressica’ e ‘disgustosa’. Genevieve Barker, modella 26 enne, australiana, ha deciso di rispondere alle accuse nei suoi confronti, semplicemente dicendo la verità: ‘Non sono anoressica, sono soltanto magra!’.

Tutto è nato qualche giorno fa, quando la giovane modella ha postato sul suo profilo instragram, una foto in bikini in bianco e nero, dalla quale emergevano chiaramente le ossa del suo costato.

Gli insulti non hanno tardato ad arrivare: l’hanno persino definita ‘scheletro’, ma lei non ha voluto lasciar perdere e ha deciso di mettere in chiaro la situazione con i suoi followers: ‘Sono in perfetta salute, credo di avere semplicemente una costituzione corporea molto esile’.

E il motivo per cui si è sentita di dover ribattere l’ha spiegato al Daily Mail Australia: ‘Vedo in continuazione articoli in cui le persone che insultano i grassi vengono condannate. E non capisco perché, invece, – per sostenere quelle che vengono definite ‘donne vere’ – la gente si senta in diritto di dire che una donna magra è ‘disgustosa’.

Genevieve si è sentita ingiustamente sotto accusa, quei commenti così feroci l’hanno lasciata spiazzata, ma di certo non l’hanno fermata.

Ha voluto inoltre, aggiungere che il connubio anoressia-mondo della moda è ormai diventato un clichè. Indubbiamente è un problema grave e reale che soffoca il mondo dello style, tuttavia esistono situazioni in cui l’anoressia c’entra poco o niente con la realtà dei fatti.

Nel caso di Genevieve, ad esempio, il suo corpo è il frutto di costante esercizio fisico, una dieta basata su alimenti che danno energia e in parte anche grazie allo zampino di Madre Natura

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere