Morte regina Elisabetta II, gli omaggi delle star

A seguito della morte della regina Elisabetta II, il cordoglio di tutto il mondo sta raggiungendo la sovrana britannica. In queste ore, in particolare, sono state tante le star, della musica ma anche del cinema, che hanno voluto omaggiare la defunta sovrana.

Regina Elisabetta II
La regina Elisabetta II negli anni-Nanopress.it

Ci sono tutti da Elton John a Paul McCartney, dai Rolling Stones  a Rod Stewart. Ci sono anche personalità del cinema come Helen Mirren, l’attrice che, interpretando la stessa regina nel film The Queen, vinse l’oscar come migliore attrice nel 2007.

Morte regina Elisabetta II i tanti omaggi delle star

Proprio la Mirren, ricordando sua maestà sui suoi social, pone l’accento sulla donna piuttosto che sulla regina. L’attrice afferma di piangere una donna che con la corona o senza era la sintesi della nobiltà.

Parla, invece, di una donna forte e potente, Yoko Ono la vedova di John Lennon, definendo il regno, lungo 70 anni, servito con “integrità, dignità, grazia e compassione”. Molto più sintetico e, forse per questo, molto più diretto il cantante Liam Gallagher che lascia alla parola sventrato, postata sui suoi social, tutto il suo stato d’animo.

Addolorato anche il cantante Elton John che qualche anno fa, proprio da sua maestà la regina, venne nominato cavaliere a seguito dei suoi servigi resi alla musica ed alla cultura inglese ma anche alla beneficenza. Del resto la sua fondazioni è una delle principali organizzazioni no profit del mondo.

Elton John al pianoforte
Elton John durante un concerto-Nanopress.it

Proprio Elton John che, nella sera in cui la regina è venuta a mancare, stava tenendo un concerto a Toronto dal palco, sul quale si stava esibendo, ha omaggiato la regina con parole affettuose per poi dedicarle una delle sue hit più famose:  Don’t let the sun go down on me (non lasciare che il sole tramonti su me).

“Una stella brillante che non si oscurerà”

In particolare nel suo ricordo la pop star britannica parla di Elisabetta II come fonte ispiratrice. Le stesse parole, in qualche modo, usate durante il suo primo discorso anche dal figlio della sovrana l’ormai re Carlo III.

Diverse, invece, le parole e lo stato d’animo del cantante Rod Stewart. Il quale, purtroppo, aveva perso il fratello di 94 anni solo qualche ora prima. Parla, infatti, di 48 ore devastanti per la doppia perdita.

Prosegue, poi, ritenendosi un grande privilegiato avendo potuto cantare per la regina. Nel riferirsi alla sovrana compianta, poi, la definisce una stella brillante che non si oscurerà mai nei cuori e nelle anime.