Carlo III: il primo discorso da re

Carlo III, il nuovo sovrano britannico, ha pronunciato il suo primo discorso da re. Sette minuti nei quali ha parlato ai suoi sudditi. Pur non avendo ancora ricevuto l’incoronazione ufficiale, il cerimoniale prevede un iter abbastanza lungo, è lui il nuovo re ed è così che si è presentato alla Nazione.

Carlo III
Frame da video – Discorso alla Nazione di Re Carlo III-Nanopress.it

In quei pochi minuti, dove ha parlato nella sua nuova veste, Carlo III ricorda innanzitutto sua madre Elisabetta II. La regina da poco scomparsa e lo fa, come è facile immaginare, con il dolore di un figlio che ha perso sua mamma.

Le prime parole di re Carlo III e il pensiero per la madre scomparsa

Descrive il suo come un sentimento di profonda tristezza e dolore, la consapevolezza di doversi rivolgere ai suoi sudditi in quelle vesti da re perché sua mamma anzi, la sua amata madre, così Carlo si rivolge alla regina omaggiandola con il suo ricordo, non c’è più.

La ricorda come una fonte di ispirazione, che nella sua vita e nel suo lungo regno ha messo in mostra “uno spirito di servizio” ed una profonda “devozione” nei confronti dei propri doveri e dei suoi sudditi.

Parla anche dei suoi lati umani, ovviamente, suo figlio e pone l’accento più di tutto sul suo “calore umano”.

Il discorso del re continua parlando dei profondi cambiamenti che ora, inevitabilmente, interesseranno tutta la sua famiglia. Dopo 70 anni di regno la famiglia reale dovrà affrontare cambiamenti epocali.

Carlo III William e Harry
Re Carlo III con i figli William e Harry-Nanopress.it

Carlo III si appella all’amore della moglie Camilla per avere la forza di affrontare questi cambiamenti, si rivolge a lei chiamandola “la mia adorata moglie”, oggi divenuta la regina consorte, ed il re si dice convinto che saprà essere all’altezza di questo ruolo.

Le parole nei confronti dei figli

Nel suo discorso, poi, il suo pensiero è rivolto ai figli William e Harry ed in questa circostanza il nuovo re non può fare a meno di fare delle distinzioni.

William, al quale passa il testimone di erede al trono, che andrà ad assumere le responsabilità che per 50 anni sono state dell’ormai re. Carlo, infatti, ricorda che il suo primogenito prenderà titolo scozzese e sarà suo successore come duca di Cornovaglia, inoltre diverrà Principe di Galles e la sua Kate diverrà principessa di Galles.

Più breve e con un certo distacco, invece, il suo pensiero all’altro figlio Harry, il quale insieme alla moglie  Meghan Markle hanno da tempo rinunciato al titolo reale. Ai due che vivono negli Stati Uniti, in chiusura del suo discorso, re Carlo ha augurato di continuare a costruire la loro vita e ha parlato di affetto che nutre nei loro confronti.