Modica, bimbo muore dopo una lunga degenza e dona i suoi risparmi all'ospedale

Decine di cittadini donano sangue per feriti dopo attacchi a Parigi

Dopo 4 anni di interventi dovuti a un incidente, il piccolo Giovanni Ignaccolo, un bambino di sette anni, ha espresso un desiderio prima di morire: ”Comprate con i miei risparmi un’attrezzatura per questo reparto. Servirà per gli altri bambini”. La famiglia del piccolo di Ispica ha così deciso di esaudire il ”testamento” del bimbo, contribuendo a donare un oscillometro al reparto di pediatria dell’Ospedale Maggiore di Modica, in provincia di Ragusa, dove per anni è stato ricoverato.

Giovanni era stato vittima di un incidente nel 2012, cadendo nel vuoto dal vano scala di un edificio dall’altezza di 6 metri. Nell’impatto aveva riportato gravissime ferite alla testa e così era iniziato il suo calvario durato ben quattro anni, fatto di ricoveri e continui interventi. Dopo quattro anni il suo cuoricino si è fermato. Ma prima aveva dimostrato quanto fosse pieno di generosità.

La storia di questo piccolo benefattore generoso ha emozionato tante persone, dentro e fuori dall’ospedale. I genitori di Giovanni hanno deciso di lasciare i risparmi del piccolo a completa disposizione dell’ospedale per l’acquisto della strumentazione per il reparto di pediatria, ma per arrivare alla cifra adatta, il sito Ragusanews contribuirà alla raccolta dei fondi attraverso la quale tutti potranno contribuire.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere