L’Inter inizia con il piede giusto, 4-1 al Lugano

Segnali positivi da parte dell’Inter di Simone Inzaghi che, nel giorno del secondo esordio di Lukaku con la maglia nerazzurra, espugna il campo del Lugano superando gli svizzeri con un netto 4-1 e dando sempre la netta sensazione di superiorità

Lautaro Martinez e Agoume
Lautaro Martinez e Agoume – Nanopress.it

Vince e convince la squadra di Simone Inzaghi che, nella prima amichevole stagionale, mostra subito una buonissima condizione fisica ed una buona intesa tattica anche da parte dei nuovi arrivati.

Dopo circa un anno i tifosi interisti hanno potuto rivedere la fantastica coppia gol che aveva portato Antonio Conte a vincere lo scudetto, Lautaro Martinez e Romelu Lukaku hanno giocato un’ora insieme mostrando subito grande intesa e determinazione, a secco il belga, doppietta per l’argentino.

Inter, è tornata la Lu-La!

Si respira un grande entusiasmo intorno all’Inter che, grazie ad un mercato condotto fin qui alla perfezione da Beppe Marotta, ha notevolmente aumentato l’affetto dei tifosi che non vedono l’ora di rivedere a San Siro la coppia offensiva composta da Lautaro Martinez e Romelu Lukaku

Lautaro e Lukaku festeggiano lo scudetto
Lautaro e Lukaku festeggiano lo scudetto – Nanopress.it

Nella sua prima uscita stagionale, Simone Inzaghi a schierato la sua Inter con un classico 3-5-2 affidando al neo arrivato Kristjan Asllani il ruolo di regista della squadra con Mkhitaryan e Agoume al suo fianco.

Il giovane centrocampista albanese è stato uno dei migliori in campo confermando subito le ottime impressioni che aveva lasciato nell’ultima stagione di Serie A con la maglia dell’Empoli.
Ottimi anche gli esordi di Mkhitaryan e Bellanova che hanno avuto un bell’impatto con il mondo nerazzurro, senza gol invece la prima uscita di Romelu Lukaku comunque positivo nel suo solito ruolo di centravanti boa della manovra.

In questo modulo pare “inutile” la presenza di Paulo Dybala, l’ex calciatore della Juventus infatti non sembra avere le caratteristiche adatte al modulo amato da Simone Inzaghi, dopo le parole di Marotta e la prima uscita stagionale dei nerazzurri sembra sempre più complicata la fumata bianca tra la società vice campione d’Italia e l’entoruage dell’argentino.

All’amichevole svizzera non ha preso parte Milan Skriniar che è sempre più vicino a vestire la maglia del Paris-Saint Germain, i francesi infatti continuano a trattare con Marotta nella speranza di avere uno sconto sui 60 milioni richiesti.
La sensazione è che la fumata bianca possa arrivare presto, in una Serie A che in un colpo solo rischia di perdere i suoi migliori difensori: De Ligt, Skriniar e Kalidou Koulibaly.