Jake Angeli: chi è l'attore di origini italiane che ha guidato la rivolta di Washington

Soprannominato lo "Sciamano di QAnon", l'uomo in questione si chiama Jake Angeli, ha 32 anni ed è un aspirante attore di origini italiane

jake angeli assalto congresso

Foto Getty Images | Win McNamee

Tra le scene sconvolgenti a cui abbiamo assistito ieri, durante l’assalto al Congresso da parte dei sostenitori di Trump, ce n’è una in particolare, che ha attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo. Tra le immagini che non dimenticheremo, insieme a quella di un uomo con i piedi sul tavolo di Nancy Pelosi, c’è quella di uno sciamano, vestito da nativo americano, con le corna da bisonte, che incita la folla nell’assalto al Congresso.

Chi è l’uomo travestito che ha guidato l’insurrezione

Soprannominato lo “Sciamano di QAnon“, l’uomo in questione si chiama Jake Angeli, ha 32 anni ed è un aspirante attore di origini italiane. Personaggio molto noto negli ambienti di ultradestra, Jake Angeli vive a Phoenix ed è in prima linea nella battaglia contro le cosiddette “elezioni rubate”. Convinto che il mondo sia guidato da una rete di pedofili che odiano Donald Trump, Jake Angeli è uno dei volti della setta complottista di Qanon: un fenomeno che è esploso durante la pandemia, ma che affonda le sue radici nel Pizzagate del 2017.

Jake Angeli è stato il primo ad entrare a Capitol Hill

Durante l’assalto a Capitol Hill, Jake Angeli è stato il primo a entrare nell’edificio, guidando un drappello di “seguaci” all’interno dell’aula del Congresso e prendendo il posto del vice presidente americano Mike Pence. Ma non è la prima volta che l’uomo fa parlare di sé: nel 2020 si era reso protagonista di una protesta in Arizona dove aveva esposto le diverse credenze legate alla setta complottista Qanon.

I personaggi della rivolta

Ma Jake Angeli è solo uno dei tanti personaggi che hanno scritto questa pagina nera della storia americana. Anche la donna morta a Capitol Hill proveniva dallo stesso ambiente complottista. Veterana dell’Aeronautica, Ashli Babbitt si faceva chiamare CommoashSense e anche lei, secondo quanto ha riferito il marito, era una sostenitrice della setta di QAnon.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere