In coma dopo il bypass gastrico, altri medici indagati per il caso di Angela Iannotta

Angela Iannotta, giovane madre di tre bambini, è entrata in un grave stato comatoso post-intervento dopo essersi sottoposta ad un bypass gastrico per il dimagrimento.

Angela
Angela Iannotta – Nanopress.it

C’è il rischio che Angela Iannotta, madre di 28 anni, debba subire una seconda operazione per ricostruire parte dell’esofago e dell’addome, a causa di alcune infezioni settiche riportate a seguito della chirurgia eseguita non correttamente che le ha causato un pericoloso coma a gennaio.

Attualmente la ragazza è tenuta ricoverata dal 3 febbraio scorso, alimentata per via endovenosa, totalmente priva di energie e zoppicante, tanto da essere costretta a spostarsi tramite una sedia a rotelle, oltre che essere assistita ventiquattro ore su ventiquattro.

La possibile denuncia dei chirurghi

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha immediatamente aperto un fascicolo sulla vicenda, richiamando all’appello alcuni dei medici sospettati tra cui il chirurgo bariatrico Stefano Cristiano, principale addetto ai ferri e precedentemente indagato per altri casi simili.

L’intervento è stato effettuato a Villa del Sole, rinomata clinica di Caserta. L’indagine è attualmente in corso grazie ai due avvocati Raffaele Crisileo e Gaetano Crisileo, che hanno presentato le denunce alla Procura.

Queste ultime potrebbero coinvolgere anche i sanitari di un’altra struttura ospedaliera, precisamente Villa Letizia a L’Aquila, dove Angela era già stata operata l’anno scorso per un altro intervento finito male. Un altro caso inoltre era stato denunciato nel 2021, quando un anziano paziente 69enne di nome Francesco Di Vilio era stato ricoverato nella stessa struttura per la rimozione di un piccolo tumore carcinoide.

La raccolta fondi per Angela

Chirurgia
Intervento chirurgico – Nanopress.it

Il padre di Angela, Mario, si sta battendo per dare il via ad una raccolta GoFundMe con lo scopo di sostenere le grosse spese mediche e di assistenza che la donna dovrà affrontare. Sono stati già raccolti in pochissimi giorni ben 1400 euro, con l’aggiunta del sostegno di molte persone, vicine e non, sia alla donna che alla sua famiglia.

“HA BISOGNO DI ASSISTENZA CONTINUA,
NON PUÒ PIÙ LAVORARE ed inoltre NECESSITA
DI BARRIERE ARCHITETTONICHE.
QUASI SICURAMENTE subirà UN SESTO Ed UN SETTIMO INTERVENTO CHIRURGICO RICOSTRUTTIVO DEGLI ORGANI INTERNI E DI COSTOSE CURE MEDICHE.
AIUTIAMO ALLORA ANGELA TUTTI INSIEME, ALL’UNISONO.”

Queste sono le commoventi e strazianti parole del padre della donna, che ha successivamente aggiunto quanto la figlia sia sempre stata un grande esempio per le persone a lei vicine, ammirata per la sua forza di volontà, il suo altruismo e la sua inconfondibile positività.