Il maltempo colpisce l’Italia, da nord a sud. In Sicilia, c’è stato anche un terremoto, nelle Eolie

Le forti precipitazioni che nelle ultime ore hanno colpito la Sicilia, nella zona del messinese, ha causato molti danni e tanta paura. Il maltempo si è presentato con pioggia e vento provocando allagamenti e frane. Molte persone sono rimaste intrappolate nelle loro auto, alcune all’interno delle proprie abitazioni, altre isolate.

maltempo nel messinese
Maltempo nel messinese-Nanopress.it

Nella giornata di venerdì la protezione civile aveva diramato un’allerta meteo di colore giallo ma la situazione si è presentata più pericolosa del previsto.

Il maltempo in provincia di Messina

Il maltempo al sud, purtroppo, colpisce ancora, presentandosi nuovamente in maniera violenta e pericolosa. Dopo le ultime notizie di Casamicciola, nell’isola d’Ischia, ieri nella provincia di Messina si è abbattuto un violento temporale.

Nella giornata di venerdì la protezione civile aveva emanato un’allerta meteo di colore giallo ma purtroppo gli eventi meteorologici hanno colpito tutta la zona peloritana e tirrenica in maniera impetuosa provocando danni e tanta paura.

Le forti precipitazioni e il vento hanno causato disagi a molte persone: strade allagate da fango, tetti crollati e automobilisti rimasti bloccati. I vigili del fuco, da Novara di Sicilia a Milazzo, sono stati impegnati in oltre 30 operazioni di soccorso. Domani le scuole rimarranno chiuse nella cittadina siciliana.

Il maltempo, però, non ha colpito solamente la provincia di Messina; le avverse condizioni meteo questa notte si sono verificate in Calabria, in Puglia nella zona del Salento fino ad arrivare nella Capitale.

La scossa di terremoto alle Isole Eolie

La zona tirrenica del messinese, soprattutto le città di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto, sono le più colpite del maltempo di ieri; strade diventate torrenti, case allagate, persone bloccate sia nelle proprie abitazioni che in auto.

Dopo le forti precipitazioni, questa mattina alle ore 8.12 si è anche verificata una forte scossa di terremoto tra le isole Eolie e la costa tirrenica di magnitudo 4.6 della scala Ritcher.

Il sisma, registrato dalla sala operativa dell’Ingv di Catania ha avuto epicentro a mare, a circa 16 chilometri da Lipari. Paura tra gli abitanti del messinese e del palermitano che hanno avvertito la scossa ma fortunatamente non si sono registrati danni a persone o cose.

Le altre forti precipitazioni avvenute nella notte

Le avverse condizioni meteo che nella giornata di ieri hanno colpito la zona tirrenica del messinese, nel corso della notte la perturbazione si è spostata in Calabria, sino ad arrivare a Roma.

Strada allagata
Strada allagata-Nanopress.it

La città di Catanzaro è stata colpita da un violento nubifragio, i vigili del fuoco sono stati impegnati in tantissime operazioni di soccorso, molti ancora in attesa; una signora anziana è stata messa in sicurezza e portata fuori dalla sua abitazione invasa dall’acqua.

Nella zona del Salento, in Puglia, da ieri e per tutta la giornata di oggi è stata diramata l’allerta meteo di colore arancione: tra forti precipitazioni e temporali si è anche assistito a una violenta tromba d’aria.

La città di Venezia, invece, è stata messa in salvo dall’acqua alta grazie a Mose in mare, rimanendo ancora una volta all’asciutto in coincidenza con un picco di marea verificatosi questa mattina poco prima delle 7.

Una notte di maltempo in quasi tutta Italia quella appena trascorsa e che adesso, ritornato il sereno nelle zone più colpite, è il momento di fare la conta dei danni e mantenere ancora la prudenza.