La Gran Bretagna è il primo paese europeo a superare i 50mila decessi per Covid

Il Regno Unito batte un triste record. Un segnale che la diffusione del virus non è ancora stata bloccata nonostante le restrizioni

In Grand Bretagna le vittime del Coronavirus sono più di 50 mila. È il primo paese europeo a raggiungere tale cifra.

Foto Getty Images | Christopher Furlong

Ieri in Gran Bretagna sono stati registrati 595 decessi causati dal Covid, la cifra maggiore mai registrata da aprile (il giorno prima 532). Questo ha portato le vittime totali del paese a 50.365. Il Regno Unito è il primo paese europeo a superare i 50 mila decessi, un triste primato che lo rende il quinto al mondo per decessi da virus dopo Stati Uniti (239mila), Brasile (162mila), India (127mila) e Messico (95mila). L’Italia è il sesto: per ora ne conta 42mila, poche migliaia in più di Francia e Spagna. Il nostro paese però oggi ha battuto un altro record, infatti è stato superato il milione di casi totali di Covid.

In Uk la situazione non sembra frenare in nessun modo, nonostante lockdown e restrizioni. Secondo l’Oms, il paese rientra nei paesi che hanno visto il maggior incremento di casi nella scorsa settimana insieme a Stati Uniti, Francia, India e Italia.

La Gran Bretagna e gli altri paesi europei

Non solo la Gran Bretagna, ma tutti gli stati del Vecchio Continente stanno fronteggiando la pandemia, non senza difficoltà. Se Francia, Spagna e Italia vedono impennare il numero dei casi, Repubblica Ceca, Belgio e Slovenia registrano il più alto tasso di mortalità del continente.

In Grecia è entrato in vigore il coprifuoco e si sta valutando se mettere in atto il lockdown totale. In Germania, invece, il paese potrebbe vedere in azione il cosiddetto “lockdown-salame”: con questo termine gli esperti indicano chiusure indirizzare solo “a fette” della popolazione. Qua i morti dall’inizio della pandemia sono quasi 12mila per un totale di oltre 700mila casi: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 261, meno della metà di quelli nel Regno Unito. Al momento, in Germania la didattica è completamente in presenza e non c’è ancora l’obbligo di mascherina, ma potrebbe entrare in vigore a breve: risulta ci siano 300mila studenti e 30mila insegnanti in quarantena.

Parole di Alanews

Da non perdere