Gli insospettabili di Sarah Savioli: un'indagine con testimoni inaspettati

Un romanzo giallo divertente, una protagonista unica e una serie di personaggi indimenticabili. Non tutti umani

copertina sarah savioli gli insospettabili

Particolare della copertina del libro "Gli insospettabili" di Sarah Savioli | Foto Amazon

«“C’è da cambiare la sabbia della lettiera. È così sporca che devi ringraziare la mia nobiltà d’animo se non ti ho già fatto la cacca sul pavimento,” mi dice flemmatico. Sì, me lo dice il gatto.»

A parlare è Anna Melissari, la protagonista di Gli insospettabili, il sorprendente esordio narrativo di Sarah Savioli.

Il virgolettato è del suo gatto. Già, perché in questo giallo particolare, gli animali e le piante parlano e Anna li comprende a causa di un edema cerebrale che non le causa visioni né allucinazioni, ma le regala appunto questa capacità unica.

Una consulente con un dono particolare

Empatica e divertente, Anna si reinventa come consulente per un investigatore privato, l’austero Cantoni.

Insieme a Tonino, un omone sempre allegro e solare, e all’alano Otto, goloso e predisposto alla flatulenza, Anna accompagna il lettore in questa storia originale in cui comico e poliziesco si mescolano regalando risate ma anche uno sguardo nuovo sul mondo, una attenzione diversa ai tanti particolari che normalmente sfuggono ai più.

I testimoni insospettabili

La vicenda si snoda tra ricerche, intoppi e false piste, esattamente come tutti i romanzi gialli.

Mentre Cantoni e Tonino interrogano portieri, madri e colleghi di lavoro del povero Armando, trovato senza vita, Anna si dedica a piccioni che sfidano la morte e tartarughe marine con problemi di cataratta.

A sorprendere qui, a far davvero sorridere, sono proprio i testimoni che Anna interroga e a volte corrompe per avere informazioni (come nel caso di un cagnolino restio a dare informazioni se non dietro ricatto: una serie di grattini sulla pancia per quello che sa).

Parlano le piante, i cani e i gatti, gli uccellini del parco (anche se non sono proprio attendibili perché distratti dai loro pensieri e dalle continue commemorazioni dei loro caduti), gli asini.

Memorabile è il personaggio di Robespierre, troppo indaffarato a organizzare la rivoluzione degli asini oppressi e sfruttati per poter rivelare informazioni a quella stramba donna che continua a far domande.

Sarah Savioli, tra scienza e libri

Geniale e divertente, Sarah Savioli esordisce con un romanzo originale sostenuto da una scrittura piacevole e attenta, in grado di unire l’ironia di tante scene alla sensibilità delle riflessioni della protagonista.

Il tutto non perdendo mai di vista le indagini, raccontate con abilità e competenza (la Savioli è perito tecnico scientifico forense).

Parole di Francesca Turchi

Appassionata di libri, mi occupo di arte, editoria, cinema e teatro.

Da non perdere