Giappone, il tifone Talas si abbatte sul Paese: un morto e diversi feriti

La vittima del violento tifone Talas che, questa mattina all’alba, ha toccato le coste del Giappone sarebbe un uomo di 40 anni, residente a Kakegawa. La sua casa sarebbe stata spazzata via da una frana.

mare in tempesta
Mare in tempesta – Nanopress.it

Il violento tifone si è abbattuto sul Paese alle 6 di questa mattina – le 23 in Italia – con raffiche di vento oltre i 90 chilometri orari.

Il tifone Talas si abbatte sul Giappone

Dopo appena una settimana da un altro violento tifone che ha toccato le coste di Shizuoka e che aveva causato 4 vittime, questa mattina all’alba un altro violento tifone si è abbattuto sul Giappone.

Il tifone Talas ha toccato le coste, provocando diversi smottamenti. Erano le 6 di questa mattina – le 23 in Italia – quando il forte ciclone ha travolto la prefettura di Shizuoka. Una persona ha perso la vita e altri residenti sono rimasti feriti.

La vittima del tifone Talas sarebbe un uomo di 40 anni, residente a Kakegawa. La sua casa sarebbe stata spazzata via da una frana, stando a quanto riferito dalla stampa locale.

Un’altra frana ad Hamamatsu ha provocato il ferimento di 3 persone.

Le conseguenze del tifone Nanmadol

Lo scorso 19 settembre un altro violento tifone – Nanmadol – ha colpito la zona sud-ovest del Giappone, provocando piogge torrenziali e venti di oltre 100 chilometri orari che hanno colpito Tokyo e la prefettura di Kagoshima.

Le violenti mareggiato hanno danneggiato la linea elettrica e provocato diverse frane, causando il conseguente crollo degli edifici.

Un centinaio di voli sono stati bloccati, mentre diverse linee aeree hanno dovuto deviare le loro rotte. Il violento tifone Nanmadol ha provocato la morte di 2 persone – una delle quali è rimasta intrappolata in auto – e costretto milioni di residenti a lasciare le case. 

In seguito al grave ciclone, le autorità nipponiche hanno emanato gli avvisi di evacuazione – che non sono obbligatori – per 9,7 milioni di persone residenti nelle due prefetture più colpite, Miyazakivigore e Kagoshima.

tifone
Una foto del tifone scattata dal satellite – Nanopress.it

Nonostante l’eccezionalità dei due violenti tifoni che hanno colpito il Giappone, il Paese è avvezzo agli uragani che, periodicamente, soprattutto nel periodo che va da maggio a ottobre, vi si abbattono.

I tifoni – spesso accompagnati da piogge torrenziali – possono colpire aree di oltre 800 chilometri e originare venti che possono toccare i 300 chilometri orari.

Con il tifone Nanmadol sono piovuti sula città di Tokyo e quelle limitrofe circa 200 millimetri di pioggia.