Covid-19, l’allarme dei pediatri: “Intensificare i vaccini e mascherine a scuola”

Il Covid-19 sembra passato, ma in realtà dobbiamo ancora stare attenti a questo virus che è ancora tra noi. I contagi aumentano e i pediatri consigliano di intensificare i vaccini tra i bambini, nonché di tornare a regole più incisive a scuola.

Bambini a scuola con mascherine
Bambini a scuola con mascherine – Nanopress.it

Le scuole italiane hanno riaperto ormai da settimane e i bambini sono tornati nei loro banchi, stavolta senza restrizioni anti Covid-19.

I pediatri, però, lanciano un allarme importante: secondo gli specialisti, sarebbe meglio rimettere l’obbligo delle mascherine tra i bambini e incrementare i vaccini nelle fasce d’età 5-11 anni.

I pediatri sul Covid-19: restrizioni a scuola e più vaccini

Il nuovo anno scolastico è iniziato e i bambini italiani sono tornati tra i banchi di scuola, ma con loro sembra essere tornato anche il Covid-19.

Bambina si vaccina
Bambina si vaccina – Nanopress.it

Infatti, le percentuali e le analisi delle ultime settimane rivelano che i contagiati tra i bambini stanno crescendo, una situazione che mette in allarme i pediatri.

La Società italiana di pediatria, infatti, chiede di intensificare i vaccini nella fascia d’età tra i 5 egli 11 anni, in cui il 40% dei bambini non ha ricevuto il vaccino.

La Fondazione Gimbe, infatti, ha comunicato che le 2milioni e più di dosi somministrate ai bambini sono diverse da regione a regione, infatti alcune zone d’Italia hanno nettamente meno copertura di altre.

La presidente della Sip, Annamaria Staiano, inoltre chiede anche il reinserimento delle restrizioni a scuola, quindi di tornare all’obbligo delle mascherine per difendere sia i bambini che le loro famiglie.

Secondo la pediatra Staiano, il ministro della Salute dovrebbe prendere provvedimenti prima possibile, per far approvare anche i vaccini per la fascia che va dai 6 mesi ai 5 anni, in modo tale da coprire la maggior parte della popolazione infantile.

Mascherine in classe, davvero utili?

Si è parlato, quindi, anche un ritorno all’obbligo delle mascherine in classe, che i bambini ora non devono indossare per forza.

I livelli del contagio nelle fasce d’età più basse, però, fanno pensare che togliere la restrizione può essere stato uno sbaglio.

Secondo Annamaria Staiano, le mascherine giocano un ruolo importante per limitare il contagio di Covid-19, soprattutto tra i bambini che a scuola sono molto a stretto contatto tra loro.

Questo allarme dei pediatri al momento è fatto solo di proposte al governo, soprattutto al nuovo che tra poco sarà chiamato a prendere decisioni in merito.

Staremo a vedere la situazione come cambierà e se, stando ai numeri dei contagi, verranno istituite di nuovo regole ferree nelle scuole italiane.