Coronavirus, nel mondo sono oltre 39,7 milioni i casi

Cresce inesorabilmente la curva dei contagi da coronavirus nel mondo, avvicinandosi alla soglia dei 40 milioni. E intanto continua la corsa al vaccino

Coronavirus nel mondo

Foto Getty Images / Emanuele Cremaschi

Continua a crescere la curva dei contagi da coronavirus nel mondo, avvicinandosi alla soglia dei 40 milioni. Secondo gli ultimi dati ufficiali di France Presse, dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati accertati oltre 39,7 milioni di casi. Il numero delle vittime supera la cifra di 1 milione 111.000. Il Paese più colpito in termini assoluti con più di 219.600 vittime sono gli Stati Uniti. Seguono il Brasile con 153.905 decessi, l’India con 114.031 e il Messico con 86.059 vittime.

Oltre 250mila le vittime in Europa

Continuano a salire i casi anche in Europa, dove le vittime di Covid-19 sono oltre 250mila. Non solo l’Italia, ma nelle ultime ore anche la Svizzera ha annunciato nuove restrizioni per contenere la nuova ondata dell’epidemia di coronavirus. La Francia è al quarto posto per nuovi casi giornalieri, ma la situazione peggiora anche nel Regno Unito, seguito da Spagna, Repubblica Ceca e Italia.

La corsa al vaccino

Mentre l’ondata dei contagi cresce e desta preoccupazione in tutto il mondo, continua la corsa al vaccino. Dopo quelli di Oxford/Astrazeneca, anche le società americane Pfizer e Moderna hanno intenzione di richiedere l’autorizzazione per i loro vaccini anti-Covid negli Stati Uniti entro la fine di novembre.

Si tratta di un record di velocità assoluto nello sviluppo di un vaccino: soltanto 9 mesi dopo da quando fu accertata la prima vittima da Covid-19 negli Stati Uniti. Le due società dovranno, tuttavia, attendere il via libera della Fda, l’agenzia farmaceutica Usa. Intanto, il governo si prepara ad avviare la grande catena logistica necessaria per distribuire le prime dosi del vaccino, entro le 24 ore dalla eventuale autorizzazione della Fda.

Italia, 1 milione di bambini poveri in più

In Italia l’impatto economico, causato dall’emergenza sanitaria in corso, potrebbe causare entro l’anno 1 milione di bambini poveri in più. Una cifra significativa che andrebbe a sommarsi al milione di minori già considerati in povertà.

Sono queste le ultime stime di Save the Children, pubblicate in occasione della campagna “Proteggiamo i bambini. Whatever it takes“. A livello mondiale 1 minore su 3 potrebbe trovarsi a vivere senza il cibo sufficiente. “Nel mese di aprile, più di 4 famiglie su 10 (46,7%) con bambini tra gli 8 e i 17 anni, nel nostro Paese, hanno visto ridursi le risorse economiche“.

Parole di Alanews

Da non perdere