Coronavirus, Conte: "Proporremo proroga dello stato d'emergenza"

La proposta riguarda uno slittamento dei termini fino al 31 gennaio

Giuseppe Conte

Foto Getty Images | Aurelien Meunier

Il governo starebbe valutando l’ipotesi di una proroga dello stato di emergenza fino al prossimo 31 gennaio. La proroga, al momento, scade il 15 ottobre, ma il perdurare dell’emergenza di Coronavirus, nel nostro Paese come all’estero, ha suggerito agli esperti del Comitato tecnico scientifico di prevederne il prolungamento dei termini. Una conferma della volontà di prorogare lo stato d’emergenza arriva dallo stesso premier Conte.

Conte: “In Parlamento a chiedere proroga dello stato d’emergenza”

Il presidente del ConsiglioGiuseppe Conte ha confermato quella che era fino a questa mattina solo un’ipotesi“Andremo in Parlamento a chiedere la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio” ha detto il premier ai giornalisti subito dopo la visita alla scuola media Francesco Gesuè a San Felice a Cancello.

Fico e Speranza sulla proroga dello stato d’emergenza

“Da quanto ho capito, si protrarrà”. Si è espresso così Roberto Fico, presidente della Camera, in merito a una proroga dello stato di emergenza, legato alla pandemia da Coronavirus. “È una cosa di cui si occuperà il Governo”. 

“Sulla proroga dello stato di emergenza discuteremo in Parlamento molto presto” ha detto il ministro della SaluteRoberto Speranza, in visita allo stabilimento Sanofi di Anagni, dove partirà la produzione del vaccino anti-Covid a cui stanno lavorando in collaborazione le multinazionali Sanofi e Gsk. E ha continuato: “Io sono sempre per la linea della massima prudenza e ho sempre mantenuto questa impostazione ma credo che sia corretto che ne discuta il Parlamento e che se ne discuta nel governo perchè in una grande democrazia si fa così”.

I dati che hanno spinto Conte a chiedere una proroga dello stato d’emergenza

Sono 314.861 le persone che hanno contratto il Coronavirus in Italia: ieri i contagi sono stati 1.851 in più rispetto al giorno precedente, quando l’aumento era stato di 1.648 casi. I deceduti sono complessivamente 35.894 (19 ieri, il giorno prima 24).

I guariti sono in totale 227.704, quelli di ieri 1.198. Aumentato il numero di tamponi giornalieri: 105.564. È ancora la Campania la regione che registra il maggior numero di casi positivi nelle ultime 24 ore: 287 (6.113 il totale dei positivi).

Si tratta di numeri che indicano una situazione sostanzialmente stabile, sicuramente più favorevole rispetto a quella di tanti altri Paesi europei, e comunque complessivamente in miglioramento.

Corsa al vaccino per le influenze stagionali

Mentre si parla di proroga dello stato d’emergenza dovuto al Coronavirus è anche corsa al vaccino per le influenze stagionali. La vaccinazione quest’anno è stata fortemente consigliata dai medici e dagli esperti del Comitato tecnico scientifico perché escluderebbe i sintomi della normale influenza, scongiurandone la sovrapposizione con eventuali sintomi da Covid-19 e diminuendo la pressione sui servizi sanitari.

Per la popolazione attiva che non fa parte delle fasce protette e non ha diritto al vaccino gratuito contro l’influenza, ci sono 12 dosi a disposizione per ogni singola farmacia italiana. Il conto è stato fatto, dicono da Federfarma, dividendo il numero di 250mila dosi indicato dalla conferenza Stato regioni per 19.300 ossia il numero di farmacie sul territorio

Parole di Alanews

Da non perdere