Bollettino Covid, 5 marzo: 24.036 nuovi casi e 297 morti

La curva dei contagi è in risalita insieme all'indice Rt. Le Regioni più in difficoltà sono attualmente Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Marche

Un murale realizzato a Melbourne ad aprile 2020 per celebrare medici e infermieri impegnati nella lotto al Coronavirus

Foto Getty Images | Robert Cianflone

Secondo il bollettino del Ministero della Salute relativo alla giornata di oggi mercoledì 5 marzo nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Coronavirus sono stati 24.036 (ieri erano stati 22.865). I decessi registrati oggi sono stati 297 contro i 339 di ieri.

I tamponi effettuati sono stati 378.463 con il tasso di positività che si attesta al 6,3% (ieri 6,7%). L’aumento dei casi è dato dal maggior numero di tamponi fatti oggi (+38.828 rispetto a ieri), record da quando sono stati introdotti i test rapidi.

Sale a 3.023.129 il numero totale di persone che sono risultate positive al Covid da inizio pandemia, mentre i morti salgono a 99.271. I guariti o dimessi totali sono ad oggi 2.467.388: +13.682 rispetto a ieri.
In Italia a oggi i positivi attualmente sono 456.470, +10.031 rispetto a ieri: un aumento conseguente al fatto che il numero di guariti + vittime non supera quello dei nuovi casi registrati oggi.

Sale ancora il numero pazienti ricoverati: nei reparti ordinari sono attualmente 20.374, +217 rispetto a ieri, mentre i casi gravi sono a oggi 2.525, +50 rispetto a ieri: i nuovi ingressi in terapia intensiva sono stati 222.

A oggi, sono più di 5 milioni gli italiani ai quali è stata somministrato il vaccino e 1.5 ha già ricevuto la seconda dose.

Bollettino 5/03: salgono i contagi

I numeri della giornata di oggi secondo il bollettino segnalano un numero di contagi che supera quello del 4 dicembre: da allora non si andava oltre quota 24 mila, quando però la curva era in discesa dopo il picco di novembre. Erano invece la stessa cifra ma in fase di rialzo il 28 ottobre.

L’Istituto Superiore di Sanità ha segnalato che l’indice Rt è in salita: ora è all’1,6, ma è destinato a crescere. Un dato, dice il presidente dell’Iss Brusaferro, preoccupante e che spinge a mettere in atto subito restrizioni per tornare a 1. Ha aggiunto che il contagio avviene soprattutto in ambito familiare e che bisogna tenerne conto.

Le Regioni in questo momento più colpite dal Covid sono Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Marche.

Lombardia sempre al primo posto

La Lombardia risulta anche oggi da bollettino la Regione con più casi, 5.210, che portano il totale a 623.952 da inizio pandemia; i decessi sono stati 61, 28.638 il totale.

Per quanto riguarda i nuovi positivi, seguono poi Emilia-Romagna (+3.246), Campania (+2.842), Piemonte (+2.283), Lazio (+1.525), Veneto (+1.505), Puglia (+1.418), Toscana (+1.231) e Marche (+1.027).

In tre regioni non ci sono stati morti da Covid, ovvero Calabria, Basilicata e Valle d’Aosta, mentre quelle che ne hanno contati di più dopo la Lombardia sono state Emilia-Romagna (46), Veneto (25) e Piemonte (24).

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere