Varato il dl Aiuti bis, stanziati 17 miliardi di euro per diversi interventi

Elezioni: varato il dl Aiuti bis. Stanziati 17 miliardi per interventi sul cuneo fiscale, caro bollette, siccità e pensioni. 

Dl Aiuti bis
Bonus – Nanopress.it

Il Dl Aiuti bis è stato varato. Si procede a ritmo serrato in vista delle elezioni del 25 settembre. Stanziati 17 miliardi di euro per diverse misure che saranno attuate e che riguarderanno il caro bollette, lo sconto benzina, ma anche il cuneo fiscale e le pensioni, ponendo l’attenzione anche alla siccità degli ultimi mesi.

Dl Aiuti bis, il decreto è stato varato

Il Governo ha varato il dl Aiuti bis, che prevede sconti su benzina e sulle bollette, nonché un nuovo taglio del cuneo fiscale, fondi per la siccità, rivalutazione delle pensioni, tutela per i consumatori più bisognosi, nonché sostegni per l’ex Ilva.

Il decreto, ora, dovrà passare alla Camera il 13 settembre 2022. Gli interventi primari, dunque, saranno volti a tenere sotto controllo l’inflazione e a dare una mano alle famiglie che si trovano in difficoltà economiche, nonché ad attenuare la crisi energetica che si è sviluppata particolarmente con lo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina.

Una delle misure più chiacchierate degli ultimi giorni è il nuovo taglio al cuneo fiscale, che salirò al 2% nel secondo semestre dell’anno per i lavoratori dipendenti.

Per questi ultimi, la busta paga aumenterà, grazie al meccanismo di decontribuzione che sarà attuato. La misura è prevista per chi ha un reddito che non superi i 35 mila euro lordi annui.

Soldi
Soldi – Nanopress.it

Caro bollette e bonus sociale

Per il quarto trimestre del 2022, invece, il caro bollette sarà affrontato attraverso l’annullamento delle aliquote legate agli oneri generali di sistema elettrico, sia per le utenze domestiche che per quelle collegate a usi diversi fino a una potenza massima di 16,5 kW.

Inoltre, il bonus sociale per luce e gas sarà ulteriormente rafforzato al fine di aiutare le famiglie che versano in condizioni economiche precarie e per chi ha problemi di salute. Per quanto riguarda la siccità, lo stato di emergenza potrà essere dichiarato anche in anticipo, a seconda dei dati in possesso relativi alle previsioni meteo.

Previsto un aiuto economico alle cooperative e alle imprese che hanno registrato danni a causa della situazione climatica degli ultimi mesi: stanziati, a questo scopo, 200 milioni di euro.

La rivalutazione delle pensioni e i bonus

La rivalutazione delle pensioni sarà compiuta con un anticipo di tre mesi: ciò prevede un aumento del 2% per le pensioni fino a 2.692 euro.

Prevista una proroga per il taglio delle accise sui carburanti, misura che avrà fine il 20 settembre 2022. Fino a fine anno, inoltre, è stato prorogato il taglio dei contributi previdenziali.

Per quanto riguarda i bonus, c’è quello per lo psicologo che è stato ulteriormente rafforzato, nonché il bonus 200 euro per i lavoratori dipendenti che non lo hanno ricevuto a luglio.

Inoltre, è presente – nel dl Aiuti bis – anche il fondo per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina, nonché la cosiddetta norma Salva-Ilva. Presente, infine, anche il bonus padri separati, che permetterà ai genitori di sostenere la famiglia di origine con 800 euro mensili.