Vaccino Moderna e dose booster, arriva l’ok dall’Ema per i 12-17enni

L’Ema ha approvato la somministrazione del vaccino Moderna e della dose booster ai ragazzi dai 12 ai 17 anni. 

Vaccino
Vaccino – Nanopress.it

L’Agenzia europea per i medicinali ha approvato la somministrazione del vaccino Moderna e della dose booster per i ragazzi dai 12 ai 17 anni e con esso anche la dose booster. La decisione è stata presa nell’ultimo meeting del Chmp tenutosi dal 18 al 21 luglio 2022. Ecco tutte le novità per quel che concerne il programma vaccinale.

Moderna, vaccino esteso anche ai ragazzi dai 12 ai 17 anni

Il vaccino Moderna potrà essere somministrato anche alla fascia di popolazione dai 12 ai 17 anni. Questa è la decisione intrapresa nell’ultimo incontro del Chmp, che si è svolto dal 18 al 21 luglio 2022. Pertanto, tale vaccino viene ritenuto sicuro anche per questa fascia di età che comprende gli adolescenti.

La campagna vaccinale per la somministrazione della quarta dose è già iniziata e punta a raggiungere gran parte della popolazione, soprattutto i soggetti fragili, gli ultra ottantenni e i bambini che, dopo l’estate, inizieranno nuovamente la scuola in presenza e, quindi, maggiormente esposti al virus.

La quarta dose, infatti, è consigliata dai 12 anni in poi, al fine di fronteggiare al meglio i mesi freddi che verranno e che potranno registrare un’ondata di contagi superiore, anche se, negli ultimi giorni, sono diminuiti. Nelle ultime settimane, però, sono aumentati i ricoveri in terapia intensiva e i decessi.

vaccini anti Covid
vaccini anti Covid – Nanopress.it

Prenotazione della quarta dose

Ogni regione della penisola ha messo a disposizione un proprio sito internet attraverso il quale è possibile prenotare la dose booster per via telematica. In questo modo, si sa con certezza quando recarsi agli hub vaccinali per la somministrazione della quarta dose, particolarmente raccomandata agli over 60.

Qualche settimana fa, inoltre, è stato approvato anche il vaccino Nuvaxovid per i ragazzi dai 12 anni in su. Tale vaccino è stato sviluppato a base di proteine e, pertanto, reputato adatto per i ragazzi ma anche per gli adulti.

Come ha dichiarato, Stanley C. Erck, Presidente e Amministratore delegato di Novavax, la società che rappresenta è molto contenta che il vaccino Nuvaxovid, possa essere somministrato agli adolescenti dei paesi europei.

Al momento, la campagna vaccinale procede spedita, in quanto – nelle ultime settimane – c’è stata una grande adesione da parte della popolazione, dopo la diffusione delle nuove varianti di Omicron che, certamente, hanno destato qualche preoccupazione nei cittadini, i quali sono corsi ai ripari, soprattutto nei casi in cui ci sono malattie pregresse che possono peggiorare una volta contratto il Covid.