Usa, sì del Senato all’Inflation Reduction Act: 740 miliardi per tasse e clima

Negli Stati Uniti il Senato si è espresso in maniera favorevole all’approvazione del piano per clima e tasse: adesso l’Inflation Reduction Act passa dalla Camera

Joe Biden
Joe Biden – Nanopress.it

Fondamentale il voto del vicepresidente Harris. La manovra è passata con 51 voti favorevoli e 50 sfavorevoli. Joe Biden è riuscito ad ottenere l’approvazione del Senato sul maxi piano che riguarderà clima, tasse e sanità negli Stati Uniti.

Usa, sì del Senato all’Inflation Reduction Act

Clima, tasse e sanità. Alla fine Joe Biden è riuscito nell’intento di far approvare quello che è ad oggi uno dei piani per i cambiamenti climatici più importanti di sempre.

Uno scossone dagli Stati Uniti, troppo a lungo rimasti a guardare i cambiamenti climatici, e incartati nei dibattiti televisivi.

Del resto senza mosse concrete da parte di Washington, un reale cambiamento su tal fronte è sempre parso impossibile, considerando anche le innegabili responsabilità degli States in questioni ambientali e green.

E alla fine l’Inflation Reduction Act, che prevede importanti manovre su tasse e sanità, porterà un piano per combattere i cambiamenti climatici insieme alle altre misure dalla cifra di 740 miliardi di dollari. Adesso la manovra dovrà essere approvata alla Camera, dove i democratici non dovrebbero incontrare alcun ostacolo.

La proposta è stata approvata dal Senato, con 51 voti favorevoli e 50 a sfavore. Si tratta del maggior investimento nella lotta ai cambiamenti climatici dell’intera storia americana.

Usa, Inflation Reduction Act: fondamentale il voto di Harris

Da States si apprende che fondamentale è stato dunque il voto di Kamala Harris.

Dopo aver ricevuto i voti dei senatori Joe Manchin e Kyrsten Sinema, i dem hanno presentato il piano e dopo il voto della vicepresidente hanno finalmente potuto avviare il dibattito.

Kamala Harris
Kamala Harris – Nanopress.it

Tra sabato e domenica dunque è poi arrivato il sì definitivo, che prevederà lo stanziamento di 370 miliardi, da destinare alla lotta ai cambiamenti climatici.

Rimane una vittoria per il partito dei democratici, anche se inizialmente Biden aveva pensato a ben altre cifre. Il Presidente degli Stati Uniti aveva infatti proposto 3.500 miliardi di dollari.

Oltre al clima, i fondi saranno impiegati nel tentativo di ridurre il costo delle medicine. Prevista l’introduzione di una tassa del 15% sulle aziende che hanno fatturato utili sopra il miliardi di dollari. Chuck Schumer ha dichiarato che tale provvedimento servirà a migliorare le condizioni dei cittadini, e a rendere gli State un posto migliore dove vivere.

Inoltre nel piano di investimento sarà prevista anche l’estensione di copertura sanitaria, a prezzi accessibili. Il tetto massimo dell’Obamacare era infatti in scadenza nel 2022.