UK: Variante Delta, Johnson rinvia aperture

A causa del nuovo picco di contagi dovuto alla variante delta, il governo inglese ha deciso di rinviare le riaperture al 19 luglio

londra

Foto Pixabay | 12019

La variante Delta continua a preoccupare in Gran Bretagna dove ha registrato un nuovo picco di contagi.

Variante Delta, rinviate aperture in UK

La variante Delta del Covid preoccupa la Gran Bretagna e il Premier britannico Boris Johnson ha confermato che le restrizioni per contrastare il coronavirus dovranno rimanere in vigore “qualche settimana in più per dare tempo all’Nhs di procedere con le vaccinazioni alle persone che ne hanno bisogno”. Questo significa che in Inghilterra sarà il 19 luglio la data in cui saranno sollevate tutte le ultime restrizioni anche se tra due settimane sarà fatta una revisione il cui esito potrà eventualmente avvicinare la data. “Sulla base di quanto vediamo ora, ho fiducia che il 19 di luglio sarà la data” definitiva per il sollevamento delle ultime restrizioni per fare fronte al Covid, ha comunque affermato Johnson, sottolineando che la sua fiducia poggia “sulla scala della campagna vaccinale e la protezione che i vaccini offrono”.

Johnson: “Milioni ancora senza vaccino”

Milioni di adulti non sono ancora vaccinati“, ha precisato il Premier sottolineando che “anche se il legame fra infezione e ospedalizzazione si è indebolito, non è stato tagliato”, così come quello fra infezione e decessi. “Entro il 19 luglio avremo dato due dosi di vaccino a due terzi della popolazione adulta, tutti coloro che hanno più di 50 anni, coloro che lavorano nella sanità e chi ha più di 40 anni e abbiamo l’obiettivo, entro quella data, di dare a ogni adulto la prima dose”, ha aggiunto Johnson ricordando che il Paese è “uno dei più aperti in Europa”.

“Non possiamo limitarci a eliminare il Covid, dobbiamo conviverci”, ha affermato il Premier che non ha nascosto la preoccupazione del suo governo per la variante delta. I casi stanno crescendo del 64% a settimana e nelle zone più colpite raddoppiano ogni settimana, con contagi in aumento del 90%. Sollevare come previsto le restrizioni ancora in vigore il 21 giugno avrebbe potuto tradursi “nella possibilità molto reale che il virus superi i vaccini e che ci siano migliaia di decessi in più”. Da domani potranno prenotarsi per la vaccinazione i 23 e 24enni.

Parole di Giulia Martensini

Da non perdere