Tom Cruise: “Top Gun: Maverick” sbanca il botteghino

Tom Cruise ha appena rotto la barriera del suono: l’attore americaco ha appena superato un importante traguardo della carriera. E non è intenzionato a smettere.

Tom Cruise in Top Gun Maverick
Tom Cruise in Top Gun Maverick – Nanopress.it

Tom Cruise dopo 36 anni ancora sulla breccia

La superstar 59enne ha appena ottenuto il suo primo weekend di apertura da 100 milioni di dollari con “Top Gun: Maverick”. Nei suoi primi tre giorni nelle sale nordamericane, il sequel dell’ormai storico Top Gun, ha guadagnato circa 124 milioni di dollari di biglietti venduti, ha detto domenica la Paramount Pictures.

Comprese le proiezioni internazionali, il suo totale mondiale è di 248 milioni milioni di dollari. È un inizio supersonico per un film ha appena iniziato la sua corsa verso chissà quali altri traguardi. Secondo proiezioni e stime, entro la chiusura di lunedì, “Top Gun: Maverick” avrà probabilmente supeato, solo negli Usa, 150 milioni di dollari.

Cruise, sebbene innegabilmente una delle più grandi star del mondo – forse anche “l’ultima star del cinema”, secondo vari titoli – non è noto per le grandi aperture di successo. Prima di “Maverick”, il suo più grande debutto nazionale è stato nel 2005, con “La guerra dei mondi” di Steven Spielberg, che ha aperto a 64 milioni di dollari.

Dopo di che è stato “Mission: Impossible — Fallout” con 61 milioni di dollari nel 2018. Non è che i suoi film non facciano soldi a lungo termine: semplicemente i primissimi giorni non hanno mai fatto il botto’. Il sequel di “Top Gun” del compianto Tony Scott, uscito nel 1986, era originariamente previsto per l’uscita nell’estate di 2020.

La pandemia ha ostacolato quel piano e l’uscita è stata ritardata più volte. Diretto da Joseph Kosinski, prodotto da Jerry Bruckheimer e co-prodotto e cofinanziato da Skydance, il sequel sarebbe costato 152 milioni di dollari.

‘Top Gun: Maverick’ sbanca al botteghino

Ma anchese i costi del film lievtavano ogni mese sempre di più, Cruise e la Paramount non sono mai voluti scendere a compromessi. Volevano fare un film non badando alle spese di budget, e che soprattutto uscisse nei cinema, e non in streaming.

Una scena di Top Gun Maverick
Una scena di Top Gun Maverick – NanoPress.it

Un debutto in streaming semplicemente non era un’opzione. “Non sarebbe mai successo”, ha detto Cruise a Cannes. Ed è successo quello che volevano la casa produttrice e l’attore, visto che il film ora è in 4.735 sale nordamericane (un record) che mostrano “Top Gun: Maverick”.

E in totale sono 23.600  cinema che nel mondo stanno facendo vedere questa pellicola, che è presente in 62 mercati internazionali. La presentazione del film è stata molto appariscente, tutta incentrata sugli effetti scenici del film, Al Festival di Cannes a Cruise è stata assegnata anche una Palma d’oro onoraria, e c’è stata una prima reale a Londra alla presenza di Il principe William e sua moglie Kate.

Anche le recensioni sono state stellari, con il film che ha ottenuto un 97% su riviste specializzate come Rotten Tomatoes. Il pubblico, che era composto per il 58% da uomini, gli ha assegnato un CinemaScore A+, uno dei più alti in assoluto. Il nuovo film vede Cruise riprendere il ruolo di Maverick, che torna nel programma di addestramento dell’aviazione d’élite per addestrare la prossima generazione di piloti, tra cui Miles Teller, Glen Powell, Monica Barbaro, Greg Tarzan Davis, Danny Ramirez, Lewis Pullman e Jay Ellis.

Anche Jennifer Connelly, Jon Hamm e Val Kilmer, riprendendo il suo ruolo dall’originale, recitano. “Maverick” è ora tra i primissimi posti come incassi dell’era post pandemia, ancora guidata da “Spider-Man: No Way Home” con 260 milioni di dollari, seguito da “Doctor Strange in the Multiverse of Madness” con 187 milioni d dollari e “The Batman” con 134 milioni di dollari.