Taiwan, iniziano le esercitazioni militari cinesi con aerei e missili

Taiwan: iniziano le esercitazioni militari cinesi. Azioni che rappresentano una minaccia sia bellica che economica. 

Cina inizia esercitazioni miliari su Taiwan
Cina inizia esercitazioni miliari su Taiwan – Nanopress.it

Le manovre militari cinesi sono iniziate su Taiwan. Il ministero della Difesa taiwanese ha annunciato che aerei e navi da guerra cinesi hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan, che separa l’isola dalla Cina continentale. Secondo quanto riferito, anche i missili cinesi hanno sorvolato l’isola per la prima volta.

Cina, iniziate operazioni militari su Taiwan con aerei e missili

Missili cinesi hanno sorvolato Taiwan durante le grandi manovre militari lanciate da Pechino in risposta alla visita del leader dei membri del Congresso americano Nancy Pelosi, secondo quanto riportato dai media statali.

Nancy Pelosi ha fatto storcere il naso alle autorità cinesi essendo la più importante funzionaria americana a recarsi a Taipei, dove è rimasta dal martedì al mercoledì.

La Cina, che considera Taiwan come parte integrante del suo territorio, ha lanciato le più grandi esercitazioni militari della sua storia intorno all’isola, in sei aree specifiche.

L’esercito e il governo cinese non hanno ancora formalmente confermato il sorvolo di Taiwan da parte di missili cinesi durante queste manovre: anche le autorità taiwanesi si rifiutano di confermarlo.

Tuttavia, venerdì il ministero della Difesa taiwanese ha annunciato – in una dichiarazione – che aerei e navi da guerra cinesi hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan, che divide l’isola dalla Cina continentale.

Il ministero ha denunciato esercitazioni militari “altamente provocatorie”. Il ministero della Difesa giapponese ha affermato che dei nove missili rilevati, quattro avrebbero sorvolato l’isola principale di Taiwan.

Nancy Pelosi
Nancy Pelosi – Nanopress.it

Proiettili veri sull’isola

Questa volta le nostre esercitazioni includevano lo sparo di proiettili veri, ed era la prima volta che volavano sopra Taiwan” , ha detto all’emittente statale cinese CCTV, Meng Xiangqinq, professore presso la National Defense University.

Ha elogiato le capacità dell’esercito cinese, sottolineando che questi missili hanno attraversato uno spazio aereo in cui i missili Patriot – un sistema missilistico terra-aria altamente mobile, considerato un elemento cruciale della difesa di Taiwan contro la Cina – sono ampiamente dispiegati.

Queste manovre sono anche le più vicine all’isola mai effettuate: è la prima volta, infatti, che viene attuato un accerchiamento della nazione insulare da parte delle forze armate cinesi, come lui stesso ha aggiunto.

Secondo l’agenzia di stampa ufficiale Xinhua, l’esercito cinese “ha pilotato più di 100 aerei da guerra, inclusi caccia e bombardieri” e ha schierato “più di 10 cacciatorpediniere e fregate” giovedì.

Le esercitazioni militari sono previste fino a mezzogiorno di domenica: la Cina finora ha ignorato le proteste indignate degli Stati Uniti e dei suoi alleati.