Sinner tradito dal ginocchio! Ritiro e addio Parigi

C’era tanta attesa per il terzo match in programma sul Philippe Chatrier di Parigi ma il nostro Jannik Sinner è costretto al ritiro ad inizio terzo set per il riacutizzarsi di un problema al ginocchio

Jannik Sinner
Jannik Sinner – Nanopress.it

Doveva essere la giornata di Sinner al Roland Garros ma l’altoatesino è costretto a ritirarsi dopo un’ora di partita lasciando la qualificazione a Rublev.

Tanto dispiacere e amarezza per il tennis italiano che saluta il Roland Garros proprio sul più bello con il forfait del classe 2001.

Grazie Sinner, torneo straordinario!

Jannik Sinner - Nanopress.it
Jannik Sinner – Nanopress.it

Esce tra gli applausi del pubblico parigino Jannik Sinner che ha deliziato gli spettatori con una settimana di tennis ad altissimi livelli.

La sfida con Rublev parte nel migliore dei modi e dopo poco più di mezz’ora l’altoatesino è avanti con un netto 6/1.
Un tennis pulito ed efficace quello di Sinner che manda in totale confusione un Rublev molto falloso e disordinato.

L’evidente fasciatura al ginocchio è un evidente segnale di una condizione fisica precaria che comincia ad essere ingestibile a metà del secondo set con Sinner che da ampi segni di sofferenza preannunciando l’idea di ritirarsi.

Ci prova Jannik ma, dopo aver perso il secondo set e sotto 0-2 nel terzo, è costretto ad alzare bandiera bianca mandando Rublev ai quarti di finale.

In attesa di Daniil Medvedev e Marin Cilic , Rublev aspetta il suo avversario.

Nadal-Djokovic e Zverev-Alcaraz, spettacolo a Parigi!

Rafa Nadal
Rafa Nadal – Nanopress.it

La giornata di domani si preannuncia esaltante: i quarti di finale del Roland Garros offrono Zverev-Alcaraz e, soprattutto, Nadal-Djokovic due partite impronosticabili e soprattutto un regalo per gli amanti della racchetta.

Rafa-Nole, episodio numero 59 in programma domani sul Philippe Chatrier con Djokovic che scenderà in campo con i favori del pronostico contro il re della terra battuta.

Carlitos Alcaraz troverà sulla sua strada un discontinuo Zverev che domani dovrà salire il suo livello di tennis per avere la meglio del talento spagnolo che , sicuramente, partirà aggressivo cercando di muovere il tennista tedesco.