Sinner c’è! Battuto Kokkinakis a Cincinnati

Dopo la delusione per l’eliminazione di Matteo Berrettini non tradisce le attese Jannik Sinner che si riscatta dopo la brutta sconfitta al primo turno di Montreal battendo Kokkinakis ed accedendo al secondo turno nel torneo di Cincinnati

Jannik Sinner
Jannik Sinner – Nanopress.it

L’altoatesino soffre ma riesce a superare Kokkinakis al terzo set di un match molto avvincente, l’italiano passa per 6-4,6-7,7-6 ora al secondo turno affronterà uno tra Carreno Busta e Kecmanovic.

Non è ancora il miglior Sinner ma l‘altoatesino oggi ha sicuramente ritrovato i suoi colpi migliori giocando una grande partita contro un Kokkinakis sempre molto ostico da affrontare.
Dopo le sconfitte di Berrettini e Musetti il tennis italiano conclude la giornata a Cincinnati con le ottime prove di Fognini e Sinner, entrambi vittoriosi nei loro match di tabellone.

Sinner, l’orgoglio del campione!

Bentornato Jannik! Prova di forza del tennista italiano che nonostante una forma fisica non ancora eccellente vince una partita durissima contro un Kokkinakis che si dimostra anche oggi avversario durissimo da battere.

Sinner
Sinner – Nanopress.it

Festeggia nel migliore dei modi il suo ventunesimo compleanno Jannik Sinner andando a staccare il pass per il secondo turno del torneo di Cincinnati.
Dopo oltre tre ore di gioco l’altoatesino riesce a qualificarsi per il secondo turno rifacendosi dopo la brutta eliminazione subita a Montreal e dando un chiaro messaggio ai suoi avversari.

Sinner dovrà cercare di arrivare nella migliore condizione fisica possibile all’appuntamento con lo US Open, ultimo slam dell’anno e banco di prova fondamentale per verificare i passi avanti fatti dal tennis italiano in questi mesi.
Dopo il grande Wimbledon disputato il classe 2001 ha l’obiettivo di confermarsi su una superficie in cui spesso ha riscontrato molte difficoltà nel corso della carriera.
Nel cemento americano l‘altoatesino dovrà sfruttare la velocità del servizio e la profondità del dritto, colpi che in questa stagione Sinner ha ampiamente dimostrato di avere.

Jannik e Berrettini rappresentano presente e futuro del nostro tennis ed avranno il compito di non deludere le tante aspettative che il pubblico ha su di loro, talenti straordinari ma forse spesso ancora troppo acerbi.
Nella giornata di Cincinnati segnali positivi anche da Fabio Fognini che supera con estrema facilità l’ostacolo Ramos-Vinolas con un netto 6/2,6/3.

La stagione sul cemento americano è appena iniziata e la sensazione è che i tennisti italiani abbiano tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo anche allo US Open, slam in cui molto probabilmente mancherà anche Novak Djokovic.