Sanremo, Amadeus: "Lavoriamo per il 2 marzo"

Amadeus, conduttore per il secondo anno di Sanremo, ha raccontato in un'intervista che starebbero proseguendo i lavori per portare in scena il festival il prossimo 2 marzo

Amadeus

Foto Getty Images | Daniele Venturelli

Sanremo quest’anno, anche se in una settimana diversa, ci sarà. Si sta lavorando, proprio in questi giorni, per offrire al pubblico un festival che rispetti tutte le norme sanitarie. A dirlo è proprio il conduttore di Sanremo, Amadeus, durante un’intervista a Rtl 102.5.

Noi stiamo lavorando per il 2 marzo, per la data deve essere dal 2 al 6 marzo. Dobbiamo essere in grado di dare al pubblico un festival assolutamente con tutte le regole sanitarie, perché la salute e la cosa più importante e nessuno deve essere messo a rischio” ha detto il direttore artistico di Sanremo. “Dobbiamo lavorare tuti insieme, con la Rai, con i tecnici, affinché tutti siano in sicurezza, ma il festival sia il più normale possibile”.

Sanremo non è lo stesso senza pubblico

Come già annunciato, quindi, il 71esimo festival della canzone italiana si dovrebbe svolgere nella settimana dal 2 al 6 marzo. Amadeus, durante l’intervista, a ribadito l’importanza del pubblico dell’Ariston: “Sanremo non si può fare senza pubblico, in un Ariston vuoto”.

Il conduttore di Sanremo 2021 ha poi parlato di diversi argomenti e ha spiegato che Achille Lauro, ospite fisso della kermesse per quest’anno, proporrà “cinque quadri artistici che faranno un percorso nella musica e nel tempo”. “In questi giorni stiamo lavorando, ci sono cinque ottime idee, momenti di vero e proprio spettacolo” ha detto Amadeus.

Per quanto riguarda invece i super ospiti, potrebbero salire sul palco dell’Ariston gli Abba, un nome emerso negli scorsi giorni. Questo sarebbe un grande colpo per Amadeus, che dopo aver riunito, nel 2020, I Ricchi e Poveri, potrebbe proporre un’altra grande reunion. “Gli Abba a Sanremo? E chi non li vorrebbe? Ma magari” ha detto il conduttore.

Amadeus vorrebbe anche i giornalisti al 71esimo festival della canzone italiana

Oltre a volere fortemente il pubblico, il direttore artistico della kermesse vorrebbe che partecipassero, come ogni anno, anche i giornalisti. “Io voglio i giornalisti a Sanremo, in sala stampa. Potremmo fare un collegamento ma è freddo. Dobbiamo essere in presenza” ha detto Amadeus.

Durante l’intervista si è anche tornati sulla questione della nave da crociera per poter realizzare il festival. Amadeus ha spiegato che lui e tutto il suo team sono “realmente e seriamente” al lavoro sull’idea della nave, per creare una sorta di “bolla” e permettere a tutti di partecipare alla kermesse in totale sicurezza. “L’idea è creare una bolla per mettere in sicurezza 500 persone e consentire loro di potere essere presenti all’Ariston” ha detto Amadeus.

Il conduttore di Sanremo ha poi spiegato che l’idea ha destato parecchia curiosità in tutto il mondo, anche in America. “Chiaramente c’è un protocollo, non è una cosa semplice, ma si può fare” ha detto in conclusione.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere