Salento, sub disperso portato in salvo da un peschereccio: era ricercato da ore

Salento: sono state attivate subito le ricerche del sub disperso. L’uomo è stato salvato da un peschereccio. 

Subacquei
Due sub – Nanopress.it

Un sub era stato dichiarato disperso in mare da diverse ore. Le ricerche sono state subito attivate, anche se non avevano portato ancora a un esito. Un peschereccio ha salvato l’uomo – di 60 anni – che era disperso dalle 2 della notte scorsa, a un miglio dalla costa. Venerdì era deceduto un altro sub che non è riuscito a mettersi in salvo, né a farsi notare da imbarcazioni o pescherecci.

Sub disperso salvato da un peschereccio

Disperso per diverse ore, un sub di 60 anni è stato recuperato da un peschereccio che lo ha tratto in salvo. Fin da subito, i soccorritori si erano attivati per ritrovare l’uomo ma, col passare del tempo, non si poteva immaginare di ritrovarlo ancora vivo, seppur provato dalla notte trascorsa in mare.

Fortunatamente per l’uomo, che si era disperso a un miglio dalla cosa, è sopraggiunto un peschereccio che gli ha prestato soccorso, salvandogli la vita.

Una storia che ha avuto un epilogo positivo: il 60enne, infatti, è stato ritrovato alle 5.30 di questa mattina. L’imbarcazione ha individuato il sub che si era disperso e per il quale un amico aveva lanciato l’allarme. Il fatto si è svolto a Gallipoli, precisamente a Capilungo.

Nell’operazione sono stati coinvolti i mezzi della Guardia Costiera di Gallipoli e il nucleo subacqueo dei Vigili del Fuoco. L’uomo, una volta recuperato dal peschereccio, è stato trasportato al porto e affidato al 118 che lo ha preso in cura per capire quali erano le sue condizioni di salute che sono risultate buone.

Mare agitato
Mare agitato – Nanopress.it

I rischi che si corrono con le immersioni

Al 60enne, la fortuna ha sorriso ma non a tutti capita di essere salvati in tempo, come nel caso di Alberto Adriani, che venerdì mattina risultò disperso in mare sulla costa di Ladispoli. L’uomo, infatti, non è riuscito a mettersi in salvo e il suo corpo, ormai senza vita, è stato trasportato dalla corrente nella zona di Torre Flavia, dove, poi, è stato recuperato.

Un altro caso simile si è svolto ancora in Puglia, dove un sub di 60 anni di Porto Cesareo è stato ritrovato vivo ma stremato dagli sforzi per restare a galla: l’uomo, infatti, era caduto dalla sua imbarcazione trovata alla deriva.

Alcuni pescatori, a bordo di un gozzo, lo hanno intercettato e portato in salvo. Dopo il salvataggio, è stato affidato al 118 al fine di controllarne le condizioni di salute.