Omicidio Roberta Siragusa, chiesto l’ergastolo per il fidanzato: ‘Bruciata quando era ancora viva’

Il pm di Termini Imerese ha chiesto l’ergastolo per Pietro Morreale, il fidanzato di Roberta Siragusa, la 17enne di Caccamo uccisa lo scorso gennaio.

Roberta-SiragusaPietro-Morreale (1)
Roberta-Siragusa e Pietro-Morreale – Nanopress.it

Secondo il pubblico ministero non ci sono dubbi che si sia trattato di omicidio, come confermerebbero i video ripresi da alcune telecamere di sorveglianza presenti sul luogo della tragedia.

Morreale avrebbe colpito la ragazza alla testa, per poi darle fuoco quando era ancora viva.

L’omicidio di Roberta Siragusa

Era il 24 gennaio scorso quando la 17enne Roberta Siragusa, originaria di Caccamo, venne assassinata dal suo fidanzato, Pietro Morreale, 19 anni.

I due trascorsero la serata insieme a casa di un amico, poi si allontanarono dalla festa e da allora di Roberta si persero le tracce.

La mattina del 25 gennaio Pietro Morreale fece ritrovare il corpo di Roberta nascosto in un dirupo.

Nel frattempo la famiglia della ragazza aveva sporto denuncia di scomparsa.

Morreale raccontò che la fidanzata si era data fuoco al culmine di una lite, ma le immagini catturate da una telecamera di sorveglianza presente in zona raccontarono ben altro.

Il 19enne venne immortalato mentre gettava del liquido infiammabile addosso alla vittima, dopo averla tramortita con un colpo alla testa.

Poi, le diede fuoco, quando Roberta era ancora viva e gettò il suo corpo in un dirupo, dove poi fu ritrovato qualche ora dopo.

Il cadavere della ragazza era semi carbonizzato, parte della testa rasata e sul capo il segno di una violenta ferita.

Chiesto l’ergastolo per Pietro Morreale

Questo pomeriggio, al culmine della sua requisitoria, il pm di Termini Imerese ha chiesto una condanna all’ergastolo per Pietro Morreale.

Secondo il pubblico ministero non ci sono dubbi che si sia trattato di omicidio, come confermerebbero i video ripresi da alcune telecamere di sorveglianza presenti nel campo abbandonato in cui Roberta venne uccisa.

Dal canto suo, il giovane imputato si è sempre dichiarato innocente, affermando che Roberta si sarebbe uccisa, dandosi fuoco da sola.

Nell’auto di Morreale, i Ris avevano anche trovato delle tracce di sangue e capelli bruciati della vittima. 

roberta siragusa
Roberta Siragusa – Nanopress.it

Il 19enne avrebbe prima picchiato Roberta, poi le avrebbe gettato addosso della benzina, per poi darle fuoco.

Poi, avrebbe caricato il corpo senza vita della ragazza nella sua auto e l’avrebbe gettata nel dirupo in cui poi fu ritrovata.

Roberta Siragusa ha cercato di sottrarsi alla violenza omicida del fidanzato, senza però riuscirci. A dimostrazione di ciò, una profonda ferita che la ragazza si provocò sotto il mento, cadendo su una pietra.