Rottamazione cartelle esattoriali, pessima notizia: salta fuori la data di scadenza

Ai fini della rottamazione delle cartelle esattoriali, potrebbe esserci, per molti, una notizia non proprio felice. Attenzione perché, potrebbe rovinarvi il mese. 

cartelle esattoriali
Cartelle esattoriali – Nanopress.i

Se si devono pagare le cartelle esattoriali, non possono essere trascurate alcune date: quelle di pagamento.

Cartelle Esattoriali: in arrivo brutte notizie

In questi giorni, se dovessi avere dei debiti con l’Agenzia delle Entrate, dovresti provvedere al pagamento delle cartelle esattoriali. A tale scopo, è meglio segnarsi in agenda le date in cui questo pagamento deve avvenire, per evitare di pagare delle multe.

Attraverso le cartelle esattoriali, la Pubblica Amministrazione, con l’Agenzia delle Entrate, comunica quanto gli utenti devono pagare. Si tratta di eventuali debiti cumulati che i soggetti saranno necessariamente obbligati a pagare.

cartelle esattoriali
cartelle esattoriali – nanopress.it

E’ importante che non si superino le date di scadenza per evitare di lasciarsi scappare dei benefici previsti dalla pubblica amministrazione. Quando si procede alla rottamazione delle cartelle esattoriali, infatti, si può avere la possibilità di saldare i propri debiti senza dover procedere ad un esborso extra ovvero quello relativo agli interessi. Questi ultimi, riguardano delle more dovute ad un pagamento in ritardo.

Precedentemente, il legislatore aveva previsto come data massima per il pagamento dei debiti del 2021, il 9 dicembre di quell’anno. Un’altra data è stata quella del 31 luglio 2022 ma è stato stilato anche il calendario delle altre scadenze.

Le date

La Pubblica Amministrazione ha previsto anche un bollino di affidabilità fiscale, nel caso in cui l’utente abbia dato dimostrazione di conformità verso l’amministrazione pubblica.

Sempre, infatti, devono essere tenuti bene a mente 5 giorni di tolleranza che non riguarda una proroga ma soltanto una vera e propria tolleranza nei confronti dei debitori. Questi giorni tengono conto soltanto delle date lavorative e quindi vanno a scadere all’8 agosto.

Un’altra data utile che è stata già fissata, è quella della fine di novembre 2022. Per molti contribuenti, il rispetto di tali date potrebbe essere davvero complesso. Ciò significa che molti non potranno assolvere i loro debiti nei tempi previsti. Una questione che accadrà non per loro volontà ma per via dell’inflazione e dei prezzi alle stelle anche dei beni di prima necessità.

cartelle esattoriali
cartelle esattoriali – nanopress.it

Tuttavia, se si riuscissero a rispettare le scadenze, si eviterebbe di regalare, in un certo senso, i soldi alla Pubblica Amministrazione pagando le more. Per effettuare il pagamento, basterà utilizzare il modulo che è arrivato direttamente a casa. La rottamazione-ter è avvenuta nei mesi di febbraio, maggio, luglio e novembre. Il saldo e lo stralcio a marzo e luglio.