Roma, scavano un tunnel per rubare in banca e restano incastrati

Quattro persone scavano un tunnel abusivo a Roma ma rimangono sepolti. Sembra la sceneggiatura di un film hollywoodiano, ma è pura realtà.

L'arrivo dei soccorsi sul luogo del tunnel
Il tunnel scavato a Roma- Nanopress.it

Sarebbero quattro le persone coinvolte, in quello che la polizia ritiene essere un tentativo di furto. I quattro hanno scavato un tunnel, per arrivare sotto il pavimento di un istituto di credito, che però ha ceduto intrappolandoli. Sono stati gli stessi “sventurati” a chiedere aiuto per essere liberati.

Roma, trappola in fondo al tunnel

Non si conoscono ancora le ragioni dello scavo abusivo di un tunnel sotterraneo in via Innocenzo XI, a Roma. Lo scavo inizia in un locale commerciale affittato dai quattro, ma non è ancora chiaro l’obiettivo di questa galleria artigianale.

L’ipotesi più accreditata, secondo le prime informazioni raccolte, è che gli uomini coinvolti nell’episodio in questione volessero arrivare sotto il caveau di una banca, distante circa trecento metri. I quattro individui, con precedenti penali per furto e droga, avrebbero approfittato delle strade vuote di agosto per non essere scoperti.

Qualcosa però non è andato per il verso giusto, e il tunnel ha ceduto intrappolando le quattro persone. Due di loro hanno chiesto aiuto dopo il crollo. Tre persone sono state tratte in salvo dai pompieri e messe in stato di fermo dai carabinieri. Il quarto uomo è rimasto sepolto a circa sei metri di profondità, e sono state necessarie nove ore di lavoro e l’aiuto degli specialisti del Saf, il nucleo Speleo Alpino Fluviale, per portarlo in superficie vivo anche se in gravi condizioni.

I momenti del salvataggio della persona rimasta intrappolata
I momenti del salvataggio della persona rimasta intrappolata – Nanopress.it

Money Heist, i precedenti piú eclatanti

Alcuni dei furti (con tunnel) riusciti possono considerarsi imprese “straordinarie”, anche se fuorilegge, per pianificazione e preparazione.

Nel 2011, approfittando del Capodanno, dei ladri scavarono un tunnel di circa trenta metri rubando in una succursale della banca di Buenos Aires in Argentina, 130 cassette di sicurezza.

Un altro furto con esito è accaduto a Berlino, nel 2013. Anche in questo caso il tunnel scavato era di circa trenta metri. I ladri furono scoperti pochi minuti dopo del furto ma riuscirono a scappare portandosi via una quantità di valori tutt’ora sconosciuta.

Un furto da record può considerarsi quello avvenuto in Brasile, nel 2005. I ladri scavarono un tunnel lungo duecento metri e riuscirono a portare via oltre 68 milioni di dollari da una banca.

Ironizzando, può darsi che il fallimento del piano dei quattro del tunnel di Roma, sia dovuto alla mancanza tra loro di un “professore” allo stile della “casa di carta”.