Roberto Mancini positivo a Covid: non sarà al raduno di Coverciano

Il ct della Nazionale è asintomatico e in isolamento presso la propria abitazione a Roma. La positività rilevata durante lo screening in vista del raduno di domenica

Roberto Mancini

Getty Images | Matteo Ciambelli

Il ct della Nazionale italiana Roberto Mancini è risultato positivo al Covid-19. Per quanto riguarda le sue condizioni, al momento Mancini sarebbe asintomatico, in isolamento presso la propria abitazione a Roma in osservanza del protocollo sanitario. Il tecnico neoazzurro era finito al centro di una bufera non più tardi di tre settimane fa per aver postato una vignetta con la scritta Mi sono ammalato guardando il telegiornale“.

La positivià di Mancini rilevata prima di Covenciano

La positività di Mancini è emersa nell’ambito del prescreening in vista del raduno di domenica. La Figc infgatti sottopone a controlli periodici tutti i componenti dello staff tecnico delle Nazionali in vista degli impegni nelle competizioni Uefa.

A seguito del tampone positivo di Roberto Mancini, la Figc ha avvisato la Asl territoriale competente che ha dato il consenso, sempre nel rispetto del protocollo, al ct di partecipare al raduno della Nazionale a Coverciano solo una volta che avrà completato il percorso previsto dalle norme e dai protocolli Uefa Return to play e Figc.

Anche Dzeko positivo al Coronavirus

Nelle stesse ore, anche l’attaccante della Roma Edin Dzeko ha annunciato di aver contratto Covid-19. Sul proprio profilo Instagram Dzeko scrive: “Ciao a tutti, purtroppo sono positivoal coronavirus e come sapete dovrò rispettare il periodo di quarantena. Voglio tranquillizzare tutti quelli che mi conoscono, fortunatamente non ho sintomi particolari. Per alcuni giorni sarò costretto a rimanere distante dai miei compagni, ma con la mente e con il cuore starò con loro, a cominciare da domenica: daje ragazzi“. 
L’attaccante bosniaco giallo-rosso non sarà quindi presente in campo questa domenica nel match contro il Genoa e sarà poi indisponibile anche per la nazionale della Bosnia.

Parole di Alanews

Da non perdere